Uccelli di Rovo di Colleen McCullough

Colleen_McCullough-Uccelli_di_RovoUn romanzo intenso e inaspettatamente travolgente, “Uccelli di Rovo” è stato un libro meraviglioso dalle sfaccettature romantiche e dolorose allo stesso tempo. Una storia lunga e ben articolata in 537 pagine scritte in piccoli caratteri, suddivisi in sette parti di sette momenti storici differenti che ho letteralmente divorato in brevissimo tempo rimpiangendo ogni impegno che mi privasse potenziali momenti da dedicare alla lettura.
Il romanzo pubblicato per la prima volta dall’autrice Colleen McCullough nel 1977 ebbe un notevole successo, diventò uno dei libri più venduti del momento. Dal tomo venne anche ricavata una serie televisiva che ebbe anch’essa un travolgente successo tra i fan di “Uccelli di Rovo” di tutto il mondo. Pubblicata e tradotta in Italia venne pubblicata dalla casa editrice Bonpiani a Milano.
La trama appare abbastanza misteriosa sin dal principio: Meghann è l’unica figlia femmina della famiglia Cleary, una bambina dolce e dal cuore d’oro che cresce in Nuova Zelanda con i genitori ed i fratelli in un piccolo casolare poco distante dalla cittadina di Vahiné dove il padre e il fratello maggiore svolgono lavori manuali presso stelle e fucine di altre persone e dove gli altri fratelli frequentano la scuola dalle suore. Nel corso della crescita di Meggie la famiglia affronta una crisi ma fortunatamente vengono convocati a Drogheda in Australia nella cittadina di Gillambone dove vive la sorella di Padraic Cleary il capo famiglia, la signora Mary Carson è una donna aristocratica che ha ereditato tutte le proprietà del marito diventando ricca e non ha eredi a cui lasciare tutti i suoi averi dunque consigliata dal prete della cittadina Ralph de Bricassart pensa di riavvicinare i rapporti con il fratello e la famiglia per valutare se possano essere ottimi candidati per ricevere i suoi patrimoni in testamento. La famiglia Cleary si trasferisce quindi a Gilly e così inizia un nuovo capitolo della loro vita, Padre Ralph inizia a dimostrare un amore innato nei confronti della piccola Meggie e la famiglia Cleary inizia a lavorare per la zia nei campi per badare alle bestie e a tutto quello che implica avere terreni e animali. Crescendo Meghann vede scappare di casa il fratello maggiore Frank che scopre di essere nato da un altro uomo che non è il “padre” che ha sempre creduto, vede morire il fratellino minore Hal di cui aveva deciso di prendersi cura come una madre per colpa della polmonite e viene sempre più esclusa dalla madre che non la accetta come figlia. Per superare tutte le sue crisi adolescenziali si lega sempre di più a Padre Ralph fino al momento in cui inizia ad innamorarsene entrando nella vera fascia adolescenziale, il rapporto tra Ralph e Meggie crea molti fastidi a zia Mary che decide quindi di intromettersi in questa “relazione” lasciando in testamento tutti i suoi averi al prete avido di successo invece che al fratello. Dopo la morte della signora Carson la famiglia Cleary continua a lavorare a Drogheda sotto amministrazione di Padre Ralph che ha preso in possesso la proprietà, lui finisce a Roma dopo un tormentato bacio con Meggie e nel giro di poco tempo diventa Vescovo. Durante l’assenza di Ralph da Drogheda la proprietà va a fuoco e perdono tragicamente la vita il padre di Meggie e un suo fratello, la ragazza ne rimane sconvolta e quando fanno pervenire la notizia a Ralph de Bricassart si precipita dalla sua adorata Meghann per prendersi cura di lei prima di fuggire di nuovo dopo averle ferito il cuore con un rifiuto al suo amore. Durante la separazione Meggie s’innamora del nuovo capo guardiano Luke O’Neill, dopo svariati corteggiamenti si sposano perché a lui interessano i soldi di lei e a lei ricorda il suo amatissimo Padre, si trasferiscono nel Queensland dove lui inizia a tagliare canne da zucchero trascurando completamente la moglie che ha lasciato a fare la cameriera ad una coppia di signori anziani. Per anni Meg ed il marito Luke non si vedono e lei decide di farsi mettere in cinta per attrarlo a sé grazie alla sua progenie ma quando Luke scopre che la moglie è in cinta non si preoccupa per lei e poco dopo viene al mondo la piccola Justine.
Ralph va a trovare Meggie nel Queensland e i due litigano, pochi mesi dopo si ritrovano su di un isola dove Meg trascorre una vacanza per ritrovare se stessa e finalmente consumano il loro amore appassionato. Lei rimane incinta ma camuffa la cosa facendo credere a tutti che il figlio Dane sia di suo marito e torna a Drogheda dove riprende la sua vita fino al momento in cui i suoi figli sono grandi e Dane decide di prendere i voti a Roma e Justine si trasferisce in Inghilterra per fare l’attrice. Lei rimane sola a Drogheda con quello che resta della sua famiglia fino a quando non le viene data la notizia che il figlio è morto annegato in Grecia, lei parte per Roma dove Ralph nel mentre è divenuto cardinale e lo supplica di aiutarlo a riportare a casa la salma e gli svela che Dane era anche figlio suo. Quando Ralph riesce a far riavere il cadavere a sua madre anch’esso muore per il dolore lasciando Meghann realmente sola, l’unica famiglia che le resta è la figlia Justine che decide di far volare via dal nido lasciandola a Londra mentre lei trova nonostante tutto la forza di andare avanti.
Un dizionario curato e ben gestito dona un tocco elegante alla storia che si accorda perfettamente in un unico essere che prende vita nelle menti di chi legge e lo avvolge di passioni e angosce. Una grammatica ben elaborata e una punteggiatura impeccabile rendono il tomo facile da comprendere e soprattutto da seguire passo dopo passo con i protagonisti. Un ottimo equilibrio tra descrizioni dei fatti e dei luoghi alternati da discorsi diretti nelle vicende narrate in terza persona; una particolare attenzione alle sensazioni vissute dai personaggi e un’ottima idea di base su cui creare la storia originale mi hanno incollato alla storia di “Uccelli di Rovo” rapendomi.
Personalmente ho amato ogni parola di questo libro che mi ha stravolto la vita; una storia talmente appassionante da togliermi il fiato, un costante turbinio di emozioni che fa letteralmente girare la testa e un insieme talmente fitto di cose da non riuscire a saziare mai la curiosità di sapere ancora. Una trama molto originale e piena di colpi di scena che lascia il lettore ammaliato dalla sua storia complicata e semplice allo stesso tempo, una scoperta di emozioni difficili da credere. “Uccelli di Rovo” è un libro senza paragoni che si lascia amare con semplicità e che lascia un senso di vuoto al suo termine.
Consiglierei senza difficoltà la lettura a chi non conosce la storia perché merita davvero di essere amata al cento percento insieme ai personaggi stessi. Una crescita comune che sboccia in rose e avvizzisce in cenere.
Era tempo che non leggevo un libro così ben scritto.
Sono folgorata.

Per acquistare il libro da Amazon basta un click: Uccelli di Rovo – prezzo di copertina €12,00

Per acquistare il DVD dell’adattamento cinematografico da Amazon basta un click: Uccelli di Rovo vol.1  – prezzo di copertina €7,32

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici e ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato! 

2 pensieri su “Uccelli di Rovo di Colleen McCullough

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...