Chocolat di Joanne Harris

Johanne_Harris-ChocolatUn libro dettagliato ma facile da leggere suddiviso in 39 capitoli brevi in 327 pagine di editoria. “Chocolat” pubblicato per la prima volta nel 1998 dall’autrice con la casa editrice Frogspawn Ltd e successivamente tradotto in Italia nello stesso anno dalla casa editrice Garzanti Editore. La scrittrice di padre inglese e madre francese si forma all’univesità St. Catherine’s College di Cambridge per apprendere il francese e il tedesco nelle loro sfaccettature medievali e moderne e che le permettono di scrivere altre opere molto famose che non fanno altro che accrescere la popolarità della donna. Dal romanzo è stato poi venduto l’omonimo film nel 2000 la cui storia viene raccontata dalla celebre Juliette Binoche e Johnny Deep. Una storia piena di passioni e segreti tutti da scoprire che tengono il lettore con il costante desiderio di avere ulteriori tasselli per completare la figura di un quadro che solo a piccoli riquadri viene svelato.
La trama affronta la storia della nomade Vianne Rocher che si trasferisce con la figlia Anouk a Lansquenet-sous-Tannes nel giorno di carnevale stanca di continuare a cambiare dimora per seguire le orme della madre e fuggire al suo destino, affitta un vecchio panificio con l’appartamento sovrastante per alloggiare e in pochi giorni allestisce il negozio di cioccolato pulendo e rimettendo in vita il vecchio locale in disuso. La cittadina molto legata alle tradizioni cattoliche rimane inizialmente restia al nuovo arrivo in città ma dopo alcuni giorni il locale inizia ad avere il suo giro di clienti fissi tra cui Guillaume un uomo anziano molto devoto al suo cane che sta per ultimare la sua vita, Joséphine una giovane donna con problemi coniugali che tende a rubare ogni cosa che vede, Narcisse il fioraio pieno di passioni, Roux un giovane uomo nomade che resta intrappolato nella cittadina per una particolare successione di eventi e Armande una vecchia signora diabetica che cerca in ogni modo di indispettire la figlia Caroline che si rivela una donna di forte fede molto legata ad un organizzazione rigida della vita per riottenere dei rapporti con il nipote Luc succube della dittatura materna. Per ogni persona che incontra la giovane proprietaria della Céleste Praline ha i serbo un piccolo cambiamento come asso nella manica per risollevare gli animi di Lansquenet senza mai abbassare la guardia dall’Uomo Nero da cui è fuggita per una vita intera con la madre rappresentato dal prete Francis Reynaud che cerca in ogni modo di ostacolarla. Una vicissitudine di eventi che inevitabilmente porteranno ad una rivoluzione cittadina per Pasqua che mai nessuno si sarebbe aspettato.
La grammatica è utilizzata in maniera impeccabile, descrizioni di fatti e luoghi molto curata con un ampio utilizzo di punteggiatura. Un dizionario lessicale vario e con innumerevoli riferimenti alla cucina tipicamente francese di delizie dolci alle volte complicate da comprendere ma che donano un tocco di classe all’interno dei contesti e che vengono poi esplicitati nel glossario alla fine del libro.
A mio parere è stata una lettura molto interessante. Fatti e vicende sono trattati con molta enfasi costringendomi a restare ammaliata dalla storia, ogni particolare è stato curato con animata accuratezza e la trama originale e per niente banale mi ha affascinata sin dal primo capitolo.
Ho letto con passione e ardore la vicenda piena di sottili sfaccettature che mi hanno letteralmente incollata al romanzo con il pensiero costante di sapere se ciò in cui speravo si sarebbe realizzato nel capitolo successivo, ho sofferto con alcuni personaggi e gioito con altri immedesimandomi nel racconto svolto su due punti di vista apprezzando così sia i pensieri e le idee di Vianne, la protagonista, sia i tormenti e i dubbi di Reynaud ovvero l’Uomo Nero. Uno scorrimento rapido di immagini molto nitide mi ha permesso di vivere l’intero racconto come se fosse reale, senza annoiarmi o stancarmi della sua successione. Il finale che mi ha soddisfatta e delusa in contemporanea è stato inaspettato seppur scontato, un cliché che dall’originale prende lo spunto giusto per lasciare una nota dolce-amara sulle labbra di chi legge e far quindi inevitabilmente parlare di sé.
Consiglierei certamente la lettura alle donne da una mentalità più matura rispetto alle ragazzine per i temi trattati ma che comunque con una attenzione maggiore potrebbero apprezzare ugualmente, un romanzo che non occupa molto spazio a livello temporale di lettura e che si può facilmente divorare in una pausa e l’altra della routine quotidiana.

Sono soddisfatta di questa scelta.

Molto interessante.

Per acquistare il libro da Amazon basta un click: Chocolat – prezzo di copertina €9,90

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici e ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...