Acciaio di Silvia Avallone

Silvia Avallone Acciaio“Acciaio” è la prima opera pubblicata dalla scrittrice nel 2010 con la casa editrice RCS Libri, un tomo di 358 pagine suddivide in quattro parti e 39 capitoli che tratta le delicate vicende di Piombino alla fine del secolo in un’Italia che cerca d’identità e di voce in uno scritto che apre uno squarcio su un’inedita periferia operaia in cui si dice che la stessa classe operaia non esista più. Un romanzo potente, che sorprende e non si dimentica. La scrittrice Avallone nasce a Biella ma vive a Bologna dove si è laureata in filosofia, definisce l’adolescenza un età potenziale e stravolge l’intera penisola con la sua prima pubblicazione.
La trama narra l’amicizia di Anna e Francesca, due ragazzine di quasi quattordici anni inseparabili sin dalla nascita, vivono in due appartamenti del casermone in via Stalingrado e passano ogni attimo della propria giornata insieme frequentando la stessa scuola e definendosi come due sorelle. Per quanto legate condividono esigenze differenti, Anna ha un padre che riesce sempre a combinare guai con i soldi, una madre spaventata dall’idea di restare sola, un fratello drogato e un futuro pieno di sogni ed aspettative; Francesca ha un padre violento, una madre depressa e un segreto che non è mai riuscita a confidare a nessuno, nemmeno alla sua migliore amica. Due anime legate da una forte passione che le vede protagoniste di fantasie e desideri di altri, una vivacità che dà amarezza agli anziani e una bellezza che fa invidia alle altre coetanee ma che attira le attenzioni di molti ragazzi. Ma quando Francesca non riesce più a tacere cosa nasconde dentro che le cose cambiano e tra le due scatta qualcosa che inevitabilmente le allontana, se poi a peggiorare la situazione è un ragazzo di nome Mattia a mettersi in mezzo nulla può più tornare come prima, Francesca cercherà qualsiasi mezzo in suo possesso per farsi notare dalla sua amica fino a perdere le speranze ed arrendersi alla sua vita meglio definita come penosa sopravvivenza e Anna si arrenderà al dolore che le porta la famiglia in continuazione e alla perdita della sua amica affogando i dispiaceri in un nuovo odore e calore umano. Un susseguirsi di scene del tutto inaspettate che non smettono di arrovellare l’anima frustrata di chi si trova a tenere in mano il libro, un adorabile e commovente storia che rapisce e modella a proprio piacimento la ragione e la passionalità del lettore.
Un lessico molto curato seppur semplice nella sua essenza con una grammatica corretta e lineare. Un testo scorrevole e facile da comprendere capace di creare immagini nitide nella mente del lettore senza essere troppo pesante o troppo leggero.
Personalmente ho amato “Acciaio” con i suoi intrecci e i suoi ritmi sostenuti ma lenti allo stesso tempo, un insieme caotico di emozioni che cambiano troppo in fretta ma che riescono ad appagare a pieno. Ho adorato ogni personaggio apprezzandone le caratteristiche in maniera diversa, ognuno con il proprio passato alle spalle che ne giustifica in parte il presente, un mix di esperienze facilmente adattabili alla realtà del periodo passato e presente in uno sfondo comune che lega tutti insieme con un unico filo rosso. Ho pianto in alcuni momenti molto toccanti che mi hanno segnato il cuore, ho riso di gusto in altri episodi fortemente buffi e per tutto il tempo ho tenuto il fiato sospeso conscia del fatto che qualsiasi mia speranza per il futuro stava per essere brutalmente distrutta da qualche influenza terza che certamente avrebbe potuto mandare all’aria le cose. Un finale molto forte e inaspettato che ha posto la cornice ad una realtà che non guarda in faccia nessuno, un Fato che punisce e premia a modo suo le persone in maniera diretta o indiretta a seconda dei suoi desideri.  
Leggetelo se ancora non lo avete fatto, per quanto possa riguardare un periodo ormai trascorso mi rendo conto che poche sono le cose ad essere cambiate, il passato torna sempre a bussare alla nostra porta se si è consapevoli di quanto è accaduto si può solo migliorare quello che verrà.
Adoro proprio.

Per acquistare il libro da Amazon basta un click: Acciaio – prezzo di copertina €12,00

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici e ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...