Scoprire Dennis Cooper leggendo Troie, una coraggiosa scelta.

troie.jpgIl libro “Troie” ( titolo originale The Sluts) pubblicato dall’autore nel 2004 e poi commercializzato in Italia dalla casa editrice Fazi editore a partire dal 2007 è stato definito un capolavoro dal famoso sito “Gay.it” che ne ha scritto una lunga e dettagliata recensione dal titolo “Sesso fino a uccidere” poco prima che venisse poi ufficialmente tradotto per la nazione (ne consiglio la lettura per avere un’idea più ampia e dettagliata nonostante ne riprenderò alcune parti).
Sull’autore Dennis Cooper scopro ondate di notizie interessanti: nato a Pasadena nel 1953 in California fa presto parlare di lui in quanto artista americano che ha iniziato giovanissimo a scrivere romanzi, All’età di quindici anni progettato la storia della saga “George Miles” che si è poi realizzata nel corso di un ventennio con la pubblicazione di cinque libri semi autobiografici che trattano le vicende di alcuni adolescenti, oltre alla grande passione per la letteratura è un noto poeta infatti ha pubblicato svariati libri di poesia a partire dal 1973. A 23 anni si trasferisce in Inghilterra dove avvia una rivista dal titolo “Little Caesar” dedicata al poeta Arthur Rimbaud, a 30 anni si trasferisce a New York dove pubblica il suo primo romanzo di fiction e trasferendosi qualche anno dopo ad Amsterdam riesce a terminare il ciclo di romanzi che lo hanno reso famoso permettendogli di vincere anche il premio di letteratura omosessuale. Nel suo periodo di vita trascorso ad Amsterdam scrive innumerevoli articoli per riviste di vario genere, a 37 anni si trasferisce a Los Angeles dove inizia collaborazioni con artisti di vario titolo, fonda una casa editrice indipendente la “Little House on the Bowery”. Nel 2005 finisce per diventare un assiduo frequentatore di Parigi dove lavora intensamente al suo Blog e riesce a pubblicare innumerevoli opere letterarie e poetiche, attualmente risiede a Los Angeles dove ha fondato una collana 12 Scoprire dennis cooper con troie.jpgdedicata a giovani scrittori emergenti americani. Legato al blog è stata aperta una controversia con Google, dai motivi ancora indefiniti, che nel 2016 ha deciso di censurare ed oscurare per due mesi tutti i contenuti dello scrittore postati in rete senza alcun preavviso perché contrari ai termini di servizio e vanificando 14 anni di lavoro senza alcuna spiegazione. Il sito è stato poi riattivato dopo le innumerevoli segnalazioni e attualmente è ancora attivo e consultabile da tutti i fan dell’arte sperimentale di cui si occupa Cooper.
Analizzando finalmente la trama che mi ha permesso di conoscere lo scrittore, ci si trova catapultati all’interno di un contesto entusiastico cibernetico, fatto di recensioni e post di utenti iscritti a vari siti che si trovano coinvolti in un racconto misterioso. Per spiegarmi meglio vorrei entrare nel vivo del libro: la storia inizia con alcune recensioni di clienti di un sito di escort che rispondendo a varie domande forniscono la propria testimonianza alle loro esperienze, il tutto ruota attorno ad un giovane ragazzo di nome Brad che non sembra avere più di quattordici anni ma che afferma di avere diciotto e che decide di prostituirsi prima in strada e poi su internet. Dai vari post emerge un carattere altalenate del ragazzo che pare avere numerosi tic, problemi di salute e uno stile d’azione particolare; sin da subito compare una forte presenza sul sito da un utente che si fa chiamare Brian che decide di “salvare” il ragazzo da se stesso mente cerca di vendere la propria morte al migliore offerente ma che ammette il suo desiderio di ucciderlo dopo un rapporto sessuale. Mentre la storia procede tra verità e bugie di utenti troppo coinvolti dalla vicenda, Brad finisce a vivere con Brian che diventa il suo manager sessuale in cambio delle responsabilità per curare e sue malattie e si spaccia per il suo nuovo fidanzato, sul sito si presentano però altre tematiche relative a persone che sembrano essere coinvolte in questa faccenda fino a quando il gestore del sito ormai inondato dai messaggi decidere di bloccare il flusso di recensioni e lasciare un forum aperto alla discussione. Le vicende proseguono con la morte di più persone, le investigazioni di gente comune e la caccia alla verità in diverse modalità di scrittura 51587._UY200_definendo un passo alla volta tutto quello che caratterizza la storia di Brad che in poco tempo diventa una star del web per gli appassionati di pornografia omosessuale e marchette passive. In una scoperta che diventa sempre più cruda e violenta emergono nuovi attori che partecipano alla costruzione di questo film che sta appassionando gli utenti della rete, l’attenzione si concentra sulla possibile morte di Brad per un video snuff (per chi non conoscesse: è una pratica che in pornografia viene usata per riprendere la morte di qualcuno durante un atto sessuale estremo, tipicamente richiesto agli appassionati di hard sadomaso) e sulla caccia all’uomo che ha come l’obbiettivo far emergere la verità che tutti aspettano di ottenere dalle vicende misteriose. Un libro che in sole 240 pagine racchiude in sé una carica elevata di nozioni forti, si alternano descrizioni di mutilazioni che possono essere immaginate o presumibilmente vere, di sottomissioni e vicende che non si riesce mai a capire cosa appartenga alla realtà e cosa invece no. Non esiste un confine netto tra realtà e immaginazione tant’è che ci si chiede costantemente “Fino a che punto siamo disposti ad arrivare per seguire il piacere?”. Alla fine della lettura ancora non riesco a darmi una risposta a questa domanda, ancora profondamente scossa da questo thriller metapornografico che fa riflettere tantissimo sulla natura umana e sulle fantasie che la mente è capace di elaborare, all’interno di un contesto di rete che sempre di più coinvolge i propri utenti a pratiche inconsuete, una diffusone di informazioni che spesso non si sa o che possono portare alla perdita del proprio self-control. All’interno del libro appaiono visibili le modalità d’interazione virtuale e la facilità con cui una persona può entrare in contatto con determinati mondi a sé distanti, tutto viene schiacciato e ridotto ad una poltiglia d’informazioni poco comprensibili che spingono verso una verità autorevole e verificabile. Proprio perché la rete è parte integrante del mondo reale non si può distinguere tra quello che succede online e quello che succede offline, tutto produce ricadute concrete che pretendono di vantare una propria veridicità per non ledere aspettative di persone in carne ed ossa. All’interno di “Troie” è evidente, soprattutto nelle ultime pagine del libro, come le bugie possano sempre essere smascherate e come esse stesse possano avere un forte impatto nella vita di qualcuno perché non è possibile scindere i due mondi.
Per quanto riguarda il linguaggio ho trovato che la traduzione curata da Stefano Tummolini sia stata molto chiara e diretta, perfettamente adattata al contesto di pornografia in rete dove i linguaggi sono crudi e violenti; per tutta la durata del libro e nelle varie modalità espressive che compaiono, è stato come trovarsi davanti ad uno schermo in versione cartacea dove per leggere bisognava sfogliare delle pagine invece che scorrere un sito web. Un’insieme di terminologie specifiche e descrizioni di fatti e contesti che, per quanto strane di natura, hanno permesso di farmi essere parte integrante di questa storia che non sembra avere un reale tempo o spazio nel mondo. Personalmente sono stravolta dalla lettura che in alcuni punti mi ha tenuto col fiato sospeso e in altri mi ha chiuso la bocca dello stomaco per le svariate motivazioni, sono nel pieno delle riflessioni e non posso fare a meno di pensare a tutte le implicazioni morali contenute all’interno della storia che trascendono la mera descrizione pornografica o esperienze sessuali. L’intera vicenda solleva pensieri profondi che mai avrei immaginato di trovare, dalla già citata modalità di fruizione mediale, 7dennisall’autoconsapevolezza del proprio sé, alle ossessioni mentali; potrei citare anche l’autolesionismo e la violenza, le discriminazioni di genere, la dipendenza da droghe e qui mi fermo per non continuare ad oltranza. Credo quindi di poter affermare che questa lettura sia un forte stimolo di riflessione su tutto quello che ci circonda ma che alle volte passa inosservato, “Troie” mette una luce di riflettore su quelle tematiche che ancora oggi producono senso di imbarazzo e vengono viste come un tabù ma che coinvolgono ogni individuo nel suo piccolo in modo più o meno approfondito.
Quando il senso di disagio che sto provando si sarà placato potrò ricominciare a vivere il mondo con occhi differenti, sicuramente non posso dire di consigliare a lettura a chi segue il mio blog per le tematiche molto forti ma vorrei farlo comunque perché “Troie” non è solo un libro di sesso gay.
È ora di aprire gli occhi su certe cose no?

Per acquistarlo tramite Amazon basta un click: Troie – prezzo di copertina €15,00

Aspetto vostri commenti, alla prossima cari lettori!

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici e ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...