La lista del killer di Deon Meyer

la lista del killerIl Libro
Il romanzo scritto dall’autore nel 1999 col titolo originale “Dead Before Dying” tradotto poi nel 2000 dalla casa editrice Piemme col titolo “Doppio Colpo” e successivamente nel 2004 da Stefano Mazzarelli per Mondadori e la collezione Maestri del Thriller.

Lo scrittore
L’autore nato a Paarl in Sudafrica, dopo un primo romanzo scritto in adolescenza ma mai pubblicato, è diventato un giornalista e uno sceneggiatore; ha iniziato intorno ai trent’anni a pubblicare brevi storie e poi thriller che hanno conquistato un numero sempre maggiore di lettori nel mondo grazie alle traduzioni in lingua. Con la pubblicazione del libro “La lista del killer” ha vinto il premio al Grand Prix de Littérature Ppolicière come miglior romanzo straniero.
La Stampa a tal proposito afferma:

Finalmente un thriller veramente nuovo. Teso, ben scritto, da non perdere”.

La trama
il racconto tratta le vicende di una serie di omicidi e rapine avvenuti nella città del Capo, il protagonista è l’ispettore Mat Joubert cui viene affidata la responsabilità d’indagare su entrambe le piste che, passo dopo passo, paiono fondersi in un unico grande caso. Mat è reduce da una serie di avvenimenti che lo hanno condotto a perdere il desiderio di agire e vivere, dopo la morte della moglie qualche anno prima, la sua esistenza si è resa molto difficile. Con l’inizio del nuovo anno però qualcosa si risveglia in lui, i suoi istinti animali prendono il sopravvento quando la giovane figlia del vicino rende esplicito il suo interesse per il trasandato ispettore dall’aria triste: da quel momento tutta la vita di Mat inizia un costante ed inaspettato cambiamento.
Arriva un nuovo sergente al distretto di polizia e sembra essere un tipo particolarmente strano e pieno di buoni propositi da applicare tutti col sorriso sulle labbra, la sua intenzione principale pare essere quella di eliminare l’ispettore che è un ciccione depresso che potrebbe unicamente compromettere il suo futuro. Per Mat diventa quindi un questione di sopravvivenza riuscire a portare a termine il suo caso alla Omicidi e Rapine, inizia quindi ad indagare sulla morte di quella che sarà solo la prima vittima cercando di capire il movente nonostante il nuovo sergente faccia molte pressioni su di lui e cerchi di inserire parecchi ostacoli lungo la sua caccia al tesoro. Durante le indagini che procedono abbastanza costantemente Mat sceglie con convinzione l’idea di prendersi i mano la sua vita, decide di mettersi a dieta, di ricominciare con gli allenamenti, di smettere di fumare e di iniziare a frequentare un psicologa per riprendere totalmente contatto con la realtà e smettere quindi di vivere nel passato.
Come definisce anche il sole 24 ore:

Atmosfere mozzafiato portano il lettore all’apice della tensione”.

Un susseguirsi di piccole storie che s’intreccino costantemente alla vicenda principale e che tengono il lettore incollato alle pagine in attesa di scoprire nuovi sviluppi – non solo nelle indagini ma anche nelle problematiche di tutti i coinvolti. Ogni cosa che circonda Mat Joubert pare essere attorniata da qualcosa di sbagliato che cerca una via di fuga, tutti nascondono problemi che sono quotidiani e per nulla paradossali. Il tutto poi è condito da una scoperta lenta che avvicina ed allontana dalla soluzione finale che di certo non mi sarei mai immaginata: avevo iniziato a nutrire forti dubbi sul chi fosse ma di certo non mi sarei immaginata un movente tale.

Opinione personale
Personalmente sono stata sedotta dalla lettura che è stata capace di farmi emozionare nei momenti più toccanti del racconto ma anche ‘ansiare‘ nei momenti più critici, un giallo che non lascia spazio per i dettagli da trascurare e che costruisce una serie di castelli mentali da distruggere proprio sul più bello.
Sarei stata una persona estremamente felice se avessi scoperto che dal libro fosse stato tratto un film ma purtroppo non tutte le belle cose possono essere adattate cinematograficamente, in ogni caso sono totalmente appagata dalla lettura che non ho trovato per niente banale o frutto di un insieme di futili cliché, la trama è molto ben articolata e non solo riguardante la risoluzione di due casi. Nella storia vi è una forte impronta umana che va a scavare nell’emotività del lettore e si ancora alle sue viscere impedendogli di allontanarsi dalle sue pagine. Un libro che seduce in silenzio senza essere troppo diretto ma che una volta terminato continua a far parte del corpo di chi lo ha accolto a propria insaputa.

Per questi e molti altri motivi mi trovo a definirmi una nuova appassionata di Deon Meyer, sono più che certa che comprerò a breve un altro libro partorito dalla sua subdola e geniale mente d’autore.

Per acquistare il libro da Amazon basta un click: La lista del killer –  prezzo di copertina €5,85

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici e ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...