Sirena dai capelli di luna di Pamela Wallace

sirena di capelli di lunaIl libro

Realizzato dall’autrice nel 1989 col titolo “Promises – Harlequin Historicals” e tradotto in italiano solo nel 1997 con la casa editrice Harlequin Mondadori che lo ha inserito nella propria collezione “I Grandi Romanzi Storici”. Un libro molto veloce di 313 pagine suddivise in 21 capitoli dalle note spesso drammatiche e che ricordano molto le telenovela spagnole.

La scrittrice

Pamela Wallace nata ad Exeter nel 1949, è una scrittrice e sceneggiatrice statunitense che è stata premiata anche con un Oscar per la migliore sceneggiatura originale nel 1986 agli Academy Awards per il film “Witness – Il Testimone”. Nella sua vita ha scritto oltre 25 romanzi rosa usando anche gli pseudonimi “Dianne King” e “Pamela Simpson”- pseudonimo che nasce dalla collaborazione con Carla Simpson, che aveva scritto in precedenza undici romanzi storici a cui l’autrice si era particolarmente affezionata, tanto da dedicargli parte del proprio lavoro ricordandone la storia nel proprio nome d’autrice.

La trama

Il libro si apre sull’Inghilterra dei primi del novecento ed in particolare sulla vita di una giovane fanciulla di nome Belinda Sutton che vive a Penhydrock, figlia illegittima del Duca di Rutherford per il quale la madre si era follemente innamorata ma che non ha potuto sposare per la volontà dalla moglie del Duca di mantenere il titolo e le sue ricchezze. La giovane donna sta lentamente crescendo ed essendo una “bastarda” nessuno le dà il giusto riconoscimento sociale: i ricchi la screditano e i poveri la temono. Dopo una brutta esperienza di quasi-violenza da parte di un amico di vecchia data decide che nella vita non si sarebbe mai innamorata di alcun uomo, sarebbe diventata una donna autonoma e avrebbe perseguito il successo personale.

Una sera particolarmente calda decide di rinfrescarsi facendo il bagno in mare prima di andare a coricarsi, le correnti marine però la trascinano al largo e, allo stremo delle forze, perde i sensi in acqua. Fortunatamente per lei viene salvata da un giovane uomo che la vede galleggiare mentre analizza i dintorni dal suo Panfilo, senza pensarci si butta in mare per salvare la fanciulla completamente nuda e la corica sul proprio letto in cabina. Un incontro parecchio scosso che porta i due ad una profonda attrazione reciproca che, per motivi differenti, reprimono dal consumare. L’uomo vuole tenere segregata la donna sul suo mezzo navale per impedirle di dare l’allarme a qualcuno della sua presenza segreta in mare e lei a sua volta desidera solamente ritornare alla propria abitazione per dimenticare la profondità degli occhi del suo salvatore/rapitore.
Quando Belinda riesce a fuggire e tornare alla propria vita i due vengono separati improvvisamente presupponendo la possibilità di non incontrarsi mai più nel corso della loro vita. Poco dopo questo incontro, la giovane scopre che l’uomo è una spia degli stati uniti di nome Shane Kincard che sta lavorando per il presidente americano Roosvelt per ovviare all’imminente guerra con l’Inghilterra per l’acquisizione del Canada. Sconvolta da quella notizia si ritiene fortunata di essere riuscita a salvarsi dal pericolo di quel uomo ma, per quanto la ragione le intimi di star lontana da lui, la donna non riesce a scordare alla profondità dei suoi occhi. Poco dopo accade che le venga data notizia della morte del padre da parte del fratellastro Geoffrey che dimostra apertamente il suo odio per la “bastarda”, essendo l’unico erede del patrimonio del Duca le intima di sloggiare dalla tenuta presso cui risiede con una modica somma di licenziamento. Belinda finisce così a Londra con la migliore amica – non che cameriera di fiducia – Molly, le due proveranno a fare la fortuna lavorando presso una famiglia nelle vesti di educatrice e cameriera. Purtroppo per la giovane e bella Belinda il posto di lavoro le verrà brutalmente sottratto quando il padrone di casa, voglioso di approfittare della sua innocenza, proverà a violentarla senza successo, senza un posto dove stare e un soldo con cui vivere finisce per dormire in un parco in mezzo ai poveri.

Nel freddo di una notte, stremata dal clima e dalla fame, viene allontanata dalla polizia che intima a tutti i presenti di sloggiare la zona. Prima di perdere i sensi cade tra le braccia di un curioso, attratto dal movimento della zona, che si scopre essere proprio Shane.
Da quel momento in poi i due saranno inevitabilmente legati da un destino comune che li porterà ad un costante allontanamento e riavvicinamento dettato da innumerevoli colpi di scena e passione irrefrenabile. Shane sarà costretto a sventare l’imminente guerra mettendo a rischio la propria vita per incontrare i giusti informatori che paiono seguire gli ordini del fratellastro della donna Geoffrey e Belinda cercherà la propria autosufficienza economica senza pensare al proprio titolo e diventando un’attrice. Nonostante la volontà di entrambi di non lasciarsi coinvolgere dai propri sentimenti i due non riusciranno troppo a reprimere il proprio desiderio e finiranno per innamorarsi profondamente l’uno dell’altro.

In un tripudio di segreti, ansie, fraintendimenti e paure per il futuro, la storia amorosa dei due sarà costantemente minata dalle vicende della loro vita che necessitano di certezze e non si accontentano di promesse infrangibili. Una lenta scoperta di nozioni che riguardano il passato di tutti i personaggi coinvolti, un susseguirsi di assurdità dettate dall’odio e dalla superficialità materiale tipica del periodo storico di riferimento: dove tutti hanno uno scopo da perseguire diventa difficile per Belinda e per Shane accettare un amore che sembra essere spinto da nobili emozioni ma che teme per se stesso.

Curiosità

Nel 2000 l’autrice scrisse un libro non-fiction intitolato “You Can Write a Screenplay” dove la scrittrice narra la propria esperienza a Hollywood. Il libro porta il lettore attraverso l’intero processo creativo della sceneggiatura, partendo dall’idea iniziale; tra le pagine ci sono anche dei suggerimenti per scrivere una sceneggiatura, come pure consigli su come vendere il lavoro finito. Questo libro nasce dalla grande esperienza di Pamela Wallace che è stata produttrice esecutiva di grandi successi come la serie televisiva “Beyond the Break” e i film televisivo “Last Chance Cafe” e “A Very Merry Daughter of the Bride”.

Opinione personale

Ho amato e odiato il libro a fasi alterne, sono ancora confusa da quello che provo. Se da una parte ho amato la passione travolgente che lega le vicende e i personaggi coinvolti, dall’altra parte ho odiato la superficialità con cui tutto è stato affrontato. Il libro, la storia, i caratteri dei personaggi.. tutto ha avuto un forte impatto alla mia attenzione, tanto che sono stata pervasa dalla lettura ma, nulla è mai stato approfondito con il giusto riguardo mantenendo sempre un certo distacco e per questo ne sono rimasta delusa. Gli innumerevoli colpi di scena sono stati sconvolgenti, tutte le vicende dipingono accuratamente il periodo storico di riferimento e lo stile di vita degli abitanti di quel tempo ma, sempre in un costante confronto tra odi et amo, nulla di quanto viene citato viene approfondito per entrare meglio nel contesto. Luoghi, faccende, sentimenti e contesti vengono lasciati molto alla discrezione dell’immaginazione del lettore, anche il tempo scorre in un modo del tutto particolare, quasi come se fosse una mera trascrizione di un contenuto televisivo che fa fatica a entrare in diretto contatto con il suo fruitore.

Se fosse stata una telenovela tutto sarebbe stato perfetto, sia nei contenuti che nella trattazione dei fatti, ogni altro dettaglio sarebbe stato colmato dalla visione delle scene di contorno. La passionalità dei personaggi, il loro sentimento e quello che sembra essere una storia idilliaca sarebbero riusciti a entrare nei cuori con più semplicità grazie alla visione concreta delle vicende piuttosto che alla mera immaginazione poco dettagliata.

Il finale poi, dopo un susseguirsi di scene inaspettate e ansie esistenziali mi ha lasciato totalmente insoddisfatta: come una costante crescita d’attesa e aspettativa che è svanita nel nulla senza lasciarne traccia, una banalità folle che non sembrava potersi attribuire né alla storia e nemmeno ai personaggi che per tutta la durata della storia sono stati coinvolti nei fatti.

Non so esprimermi al riguardo, che gran peccato.

Per acquistare il libro da Amazon basta un click: Sirena dai capelli di luna – prezzo di copertina €9,00

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici e ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...