Sierra Burgess è una sfigata di Ian Samuels e Lindsey Beer

AAAABcoD6ndwOs1sqIHIPN72q0qmj54XvkZD3dHEzzEREtFUjdrvaXefhmEgyCO7kDZLz-FSdBL_JW9lfgrowBKSEA6CcuT8Zt6w2Q8VYwckTYn-fADNdIedcZ-9Ouu-wSuBI_DuqAMraAIl film

Realizzato nel 2018 da Ian Samuels e Lindsey Beer come re-make del classico “Cyrano de Bergerac” in chiave più moderna e contemporanea e diffuso sulla piattaforma Netflix a partire dal 7 settembre dello stesso anno di produzione, i diritti sono stati acquistati dalla piattaforma di streaming a pagamento il 18 Gennaio.

Dopo l’annuncio della sua realizzazione nel settembre del 2016 che prevedeva l’attribuzione di ruolo anche alla regia a Samuels, è stato rivelato che Molly Smith e Thad Luckinbill avrebbero prodotto il film insieme alla Beer.

Produzione

Il primo ad entrare nel cast del film, dopo l’attribuzione del ruolo principale maschile a Ben Hardey come attore di Jamey, è stato RJ Cyler nel dicembre 2016 nei panni di Dan -migliore amico della protagonista femminile. A seguire nel gennaio 2017 Shannon Purser come protagonista indiscussa Sierra (già famosa per la sua partecipazione a Stranger Things e Riverdale), Kristine Froseth nel ruolo di Veronica antagonista femminile principale, seguita lo stesso mese da Will Peltz come ultima figura secondaria della storia.

1017728La scelta per il protagonista maschile Jamey si è rivelata più difficile del previsto dopo la rinuncia dell’attore precedentemente scelto si è provveduto ad una sostituzione che è arrivata solo nel mese di febbraio con il ruolo a Noah Centineo (molto apprezzato per la sua interpretazione nel film “tutte le volte che ho scritto ti amo”). Sempre nel febbraio 2017, Lea Thompson e Alan Ruck si unirono al film nei ruoli dei genitori di Sierra.

Il trailer italiano ufficiale del film è stato pubblicato sul canale YouTube di Netflix, l’11 luglio 2018.

Trama

Le vicende narrano la storia di Sierra Burgess, una ragazza definibile – come dice lo stesso titolo – una sfigata. Figlia di un illustre scrittore ed una coach motivazionale, ha tutta l’istruzione per riuscire ad andare oltre i pregiudizi tipicamente cattivi che tutti i teenager come lei le rivolgono quotidianamente. Ha un migliore amico di nome Dan con cui passa la maggior parte del proprio tempo e che non la giudica negativamente perché apprezza ciò che lei è in realtà: una ragazza buona e intelligente che sogna di entrare alla Stanford University.

anigif_sub-buzz-11943-1531360175-3Come ogni storia che si rispetti Sierra non va particolarmente d’accordo con Veronica – la ragazza più carina e popolare dell’intera scuola nonché cheerleader – che si diverte a tormentarla con scherzi di pessimo gusto che però non portano mai a nessun risultato sperato. Quando questa viene avvicinata dal quarterback bello ma impacciato Jamey, Veronica decide di rispondere alle sue avances fornendogli il numero della “sfigata” perché non interessata al belloccio e per fare un dispetto a Sierra.

Il problema però è che dopo un primo momento confusionario tra Sierra e Jamey scatta l’interesse reciproco e di conseguenza lei non sa come dirgli la verità il fatto che non sia chi lui crede. Ad aiutare le vicende c’è l’incontro ravvicinato tra le due nemiche a causa dei pessimi voti di Veronica che finisce per farsi dare delle ripetizioni da Sierra in cambio del suo aiuto con Jamey. Ha così inizio un piano diabolico al femminile che sarà costellato di difficoltà e sotterfugi, tutto pur di ottenere il proprio premio in palio. La dolce e buona Sierra si dimostrerà molto diversa da quella che sembra essere mentre la successione di eventi le si ritorce contro ad ogni passo.

Critica

Un film che non ha convinto la critica e tutti i suoi fruitori, un film che non ha nulla d’innovativo o di estremamente coinvolgente ma che mantiene una certa piattezza per tutta la sua durata.

Secondo le parole di DailyMood.it

Ad un primo sguardo Sierra Burgess è una sfigata sembra una teen comedy come se ne vedono tante [..] se non fosse che ad un occhio più critico non possono sfuggire una sierrabserie di errori che rendono difficile apprezzare a cuor leggero un film innocente come pareva essere. Alcune scelte nello script infatti risultano essere sbagliate, soprattutto se si considera il fatto che il pubblico a cui la pellicola si riferisce è quello degli adolescenti. Quella Sierra Burgess che in base al titolo dovrebbe essere una sfigata in realtà è, senza troppi mezzi termini, una bulla. Non ci troviamo qui in uno di quei casi in cui la vittima diventa il carnefice ma ad un esempio di cattiveria gratuita da lasciare a bocca aperta. Sierra – ovvero il personaggio presentato per tutto il film come intelligente e di buon cuore – agisce d’impulso e senza il minimo rimorso.

Sulla stessa scia anche ciò che afferma il sito GingerGeneration.it

Sierra Burgess è una sfigata non è il teen movie che segnerà la storia dei teen movie. Non è particolarmente originale, né indimenticabile, eppure ha qualcosa che vale la pena apprezzare. [..] Il film, questo è certo, poteva gestire meglio delle scelte narrative (come ad esempio il primo bacio e il dispetto di Sierra a Veronica) e tentare delle strade più originali. Nonostante questo, Sierra Burgess è una sfigata soddisferà chi non pretende nulla di più di quello che è: una teen comedy a tutti gli effetti.”

E infine anche Cinematographe.it

Una storia che esplora la fiducia in se stessi, le pressioni sociali che subiscono gli adolescenti, le crisi d’identità e sopratutto l’uso e le conseguenze del catfishing. [..] Per tumblr_pep3eeOTcV1upvr5ao3_500quanto le premesse della commedia siano davvero intriganti, Sierra Burgess è una sfigata si perde nell’incontro tra le tematiche da teen drama e la convergenza con il Cyrano. A far crollare ogni credibilità è la superficialità fragorosa con cui vengono spese alcune trame più piccole all’interno del film, come il suo desiderio furente di poter andare al college o la sua disistima verso l’omologazione o ancora meglio la sua totale mancanza di autocommiserazione anche nei momenti più tristi. Questi caratteri, sicuramente i più attraenti del film, cadono in secondo piano, e lei lentamente diventa tutto ciò che non è e non è mai stata. Il finale è ciò che delude più di tutto, non c’è enfasi o attenzione nel concludere le cose, è tutto drammaticamente sbrigativo, manca lo slancio e l’impeto nel descrivere le ferite e gli errori, una lacuna che lascia naufragare la pellicola, rendendola molto più frivola di quel che sembra.”

Opinione personale

Mi trovo purtroppo a non essere soddisfatta del film, o meglio, non sono completamente delusa perché qualcosa da salvare esiste. Molti sono gli errori di pellicola che non reggono a livello logico e comportamentale, molti sono i cliché messi in campo per realizzare la storia ma quel che è evidente è la forte emozionalità dei protagonisti che – volente o nolente – entrano nello stomaco con prepotenza. Tutte le vicende hanno quel qualcosa di ormai consumato a livello cinematografico che un poco annoia ma, la bravura degli attori è talmente tanto alta che si riesce a passare oltre a tante imperfezioni gustandosi la pellicola senza pretese. Molti sono anche i paradossi evidenti che nella vita reale sarebbero completamente inappropriati o impossibili da realizzare, anche solo per questioni di logica.

picture-1Eppure, per quanto tutto sia una grande base di calcolo per numeri negativi, il tutto trova un suo equilibrio di funzionamento e viene apprezzato perché resta un film leggero da fruire senza troppi pensieri. Inutile dire le lacrime che io possa aver versato entrando in profonda empatia con la protagonista ed il suo senso di inadeguatezza al mondo e odio verso il suo corpo. Ho avuto modo di innamorarmi della sua storia d’amore e della dolcezza che potesse esistere tra i due protagonisti rivivendo quelle che posso definire anche le orme della mia relazione sentimentale, mi sono potuta immedesimare con semplicità nella storia escludendo le interferenze fastidiose.

Per il finale non saprei esprimermi troppo, in linea con il tutto, stravolgente, inadatto.. non mi sbilancio. L’assurdità permanente non i fa che avere un certo amaro in bocca, come quando hai voglia di Nutella e ti accontenti di una qualsiasi crema di nocciole anche io mi aspettavo un gran film e ho avuto Sierra.

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici e ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...