Settimana dedicata a Fairy Oak di Elisabetta Gnone #2

lUW-jrRF_400x400Chi è Elisabetta Gnone?

Elisabetta Gnone nasce a Genova il 13 aprile 1965 e, dopo gli studi classici, nel 1990 entra nella The Walt Disney Company e due anni dopo diventa giornalista. Collabora con il settimanale Topolino e a molti mensili come Bambi, Cip & Ciop, Minni & Co. e La sirenetta, lanciando nel 1997 il mensile Winnie the Pooh. Lo stesso anno crea W.I.T.C.H., scrivendo le storie dei primi due numeri a fumetti: la serie diventa un successo mondiale e viene pubblicata in oltre 120 paesi.

Come è nato Fairy Oak?

Nel 2005 nasce Fairy Oak, le cui vicende sono ambientate in un mondo fantastico e allo stesso tempo reale per la scrittrice. Il progetto era inizialmente formato da tre libri ma nel corso della scrittura se ne aggiungono altri quattro da considerare come una sorta di “spin-off”. Le storie permettono alla scrittrice di essere conosciuta in tutta la penisola ma anche all’estero guadagnandosi lettori in Spagna, Sudamerica, Ungheria, Portogallo e Turchia.

Elisabetta Gnone non è solo Fairy Oak

Dopo il successo ottenuto dalle due gemelle di Fairy Oak la scrittrice decide di allontanarsi da quel mondo fantastico e nel 2011 viene pubblicato, sempre della serie Fairy Oak ma non ufficialmente, un vero e proprio libro dei segreti dal titolo “Un anno al villaggio – Il diario di Vaniglia e Pervinca”. Con questa ultima produzione si chiude ufficialmente la storia delle due protagoniste che per molto tempo hanno accompagnato la vita della loro scrittrice.

quercia-300x212Il 9 novembre 2015 ha pubblicato con Adriano Salani Editore la collana di “Le storie di Olga di carta” formata dai libri “Il viaggio straordinario” €12,90, “Jum fatto di buio” €12,90 e “Misteriosa” €14,90. Questi sono una serie di libri sull’importanza di raccontare le storie, che fra risate, commozione e tenerezza affronta i temi della fragilità, della vulnerabilità e dell’imperfezione che ci rendono umani.

Da libro a..

Sul sito ufficiale Elisabetta Gnone aveva rivelato di aver ricevuto delle offerte per creare il cartone animato della serie, sul sito “Change.org” era stata lanciata online una petizione dai fans con l’hashtag #fairyoakfilm – sponsorizzato poi da alcune pagine instagram – per tentare di rendere la saga un film o una serie tv.

Condividi l’articolo su Facebook Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici e ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...