Violet Evergarden di Taichi Ishidate

L’anime

Violet Evergarden è un Anime trasmesso per la prima volta in Giappone a partire dal 10 Gennaio 2018 da Kyoto Animation con la regia di Taichi Ishidate, basato sulla storia omonima di Kana Akatsuki e Akiko Takas. Composto in totale da 13 episodi dalla durata di 25 minuti ciascuno e resi disponibili sulla piattaforma di Netflix il giorno successivo alla messa in onda ufficiale giapponese.

Produzione annunciata il 27 maggio 2016 con uno spot animato reso disponibile da Kyoto Animation. La sigle che accompagnano la visione sono: in apertura “Sincerely” interpretata da TRUE, in chiusura “Michishirube” interpretata da Minori Chihara. Le canzoni sono presenti soltanto in alcuni episodi e non in tutti. La colonna sonora dell’anime è stata interamente composta dall’artista Evan Call e pubblicata nell’album “Violet Evergarden: Automemories” con l’etichetta Lantis.

Altri Media

La storia prende vita dall’omonima serie di Light Novel scritta da Kana Akatsuki e illustrata da Akiko Takase composta in totale da tre volumi pubblicati tra dicembre 2015 e marzo 2018. I tre romanzi sono stati pubblicati da Kyoto Animation sotto l’etichetta KA Esuma Bunko.

Considerato il successo ottenuto dal cartone animato è stato prodotto un OAV della durata di 34 minuti e reso disponibile sempre sulla piattaforma di Netflix con il titolo “Violet Evergarden Special”.

Un film animato, seguito della serie televisiva, è stato annunciato sull’account ufficiale di Twitter per gennaio 2020 e i diritti di diffusione sono stati ceduti, ancora una volta, alla piattaforma di Netflix. I dettagli del progetto non sono ancora stati resi noti.

La trama

La storia ruota tutta attorno alla figura di Violet una giovane ragazza orfana che viene fatta prigioniera dal Capitano Dietfried Bougainvillea che la definisce “strumento/arma da guerra” in quanto la giovane fanciulla non sa fare altro che uccidere con violenza ogni nemico che gli intralcia la strada. Essendo Dietfried molto legato al fratello più piccolo Gilbert – anch’egli arruolato nell’esercito di Leidenschaftlich con il titolo di Maggiore – decide di regalare lui questo premio per congratularsi del lavoro svolto nel corso della guerra. Violet essendo stata rapita quando era poco più che una bambina, tutto ciò di cui ha ricordo è la vita condotta sui campi di battaglia. Questo l’ha trasformata in una persona totalmente privata di ogni forma di sentimento perché non avendo visto altro che morte e distruzione per tutta la sua vita non ha idea che possa esistere altro. Quando viene affidata a Gilbert questo decide di prendersi cura di lei, mosso dalla pena nei suoi confronti decide di insegnarle a leggere e scrivere, le insegna un vocabolario più ampio di parole e le affida la vita perchè incapace di tenerla lontano dal campo di battaglia.

Al tramonto dell’ultima battaglia della guerra, che sancisce poi la pace nei territori di Leidenschaftlich, durante la presa al potere della rocca il Maggiore Gilbert cade ferito. Le ultime parole dell’uomo intimano a Violet di vivere come donna libera perchè lui la ama dal profondo del suo cuore.

Da quel momento in avanti Violet si trova a passare oltre cento giorni in ospedale per riprendere totale padronanza degli arti artificiali che le sono stati messi al posto delle braccia perse nel corso della battagia. Tutto quello che desidera sapere è come sta il suo Maggiore ma nessuno pare volergli dare alcuna notizia al riguardo. A salvare Violet da questa prigionia forzata è Claudia Hodgins, amico di lunga data di Gilbert che le confida che il Maggiore ha ordinato lui di prendersi cura di Violet. Il Comandante Hodgins infatti manda Violet presso la famiglia degli Evergarden secondo il volere di Gilbert Bougainvillea ma la giovane donna non si sente a suo agio presso quella casa elegante e decide di seguire il Comandante alla sua nuova attività di posta. Lì Violet inizia un percorso di scoperta dell’amore che possa darle la consapevolezza del significato delle parole “ti amo” pronunciate dal Maggiore prima di lasciarla.

Con le mani macchiate del sangue d’innumerevoli vite, Violet decide di cambiare completamente la propria vita e usare quelle stesse mani per fare del bene. Decide così di diventare un Auto Memory Doll ovvero una persona che interpreta le parole degli altri e scrive lettere da inviare a persone care. Con questo nuovo lavoro ha modo di aiutare molte persone che nella nuova vita di Violet avranno un ruolo essenziale per aiutarla a diventare una donna.

Opinione personale

Dire che io abbia adorato la visione di questo cartone sarebbe un piccolissimo eufemismo. La forza emotiva racchiusa nella storia di Violet Evergarden è qualcosa di disarmante per la sua intensità, sapevo che avrei pianto ma soffrire così tanto non me lo sarei immaginata. Ad ogni puntata il mio cuore si è distrutto in tanti piccoli pezzi per venire poi calpestato ulteriormente da false speranze di lieto fine che non sarebbero mai arrivate.

Le tematiche trattate poi sanno toccare corde molto delicate con un abilità speciale, i solo pensarci mi fa ricominciare a piangere.

Aspetto trepidante l’arrivo del film per sapere come evolveranno le vicende che si discostano dalla trama originale dei libri ma che trovano una loro perfetta coerenza di significato con un risultato strepitoso.

WOW.

Condividi l’articolo su Facebook Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici, ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato di ogni contenuto e scopri il mio account Instagram per accedere a contenuti extra in tempo reale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...