Uniti si sta meglio

Domenica 11 Agosto 2019

Ogni giorno si fonde in un unico flusso di pensieri infinito, scandito unicamente dal suono delle mie dita che battono inesorabili sulla tastiera. Ho smesso qualsiasi attività, non leggo, non esco, non guardo film o serie tv, niente videogiochi, niente sonno, nulla di nulla. Tutte le mie energie si sono focalizzate sulla Tesi, ad un passo dalla fine.

Eppure oggi non è di questo che vorrei parlare, altrimenti passo per quella noiosa e antipatica monotematica blogger che non si considera nessuno. Quindi ora riaccendo il mio cervello e mi sintonizzo su qualcosa di piacevole che mi possa far respirare.

Forse sto sognando ma vedo un po’ di nuovi sentieri su questo stradello di montagna che è la mia vita.

Nell’ultimo periodo sono successe tantissime cose, alcune catastrofi colossali che mi hanno fatto ripiombare nella negatività e tanti altri avvenimenti che invece sono stati come micce esplosive verso il cambiamento. Senza nemmeno rendermene conto, mi sono ritrovata all’interno di un vortice violento di novità che sembrano condurre tutti verso un domani migliore. Tutta la mia grande famiglia ha iniziato un percorso di “purificazione” – chiamiamolo così – per migliorarsi e fare in modo che le cose possano funzionare meglio come nucleo compatto.

Questo ha fatto sì che anche io, per la prima volta e per davvero, riuscissi a sentirmi parte integrante di qualcosa. Mi sono sentita accettata nel mio ruolo e nel mio essere, se prima esisteva una certa forma di imbarazzo e di sensazione di essere di troppo ora riesco a sentirmi importante e inglobata a certe dinamiche.

Magari si tratta solo di una notevole miglioria nelle doti recitative di tutti oppure in una mia completa e irreversibile pazzia.

Qualsiasi cosa stia succedendo, ne sono felice. Certo, non è oro tutto quello che luccica, certe cose non cambieranno mai. Senza focalizzarsi troppo sui dettagli, sono certa che queste nuove esperienze in arrivo porteranno una nuova ondata di ossigeno tra tutti noi.

Ora riesco a sentirmi meno in colpa per la mia imminente partenza, da una parte so di non star abbandonando nessuno che può aver bisogno urgente del mio aiuto e dall’altra so di non essere una miccia capace di far esplodere una pericolosissima bomba. Sembra essersi creato un certo equilibrio tra tutti quanti e, non sapendo per quanto riuscirà a durare, tanto vale goderselo a pieno fin che c’è.

Probabilmente sono io che sto vedendo il mondo con occhi nuovi.

Ovvio, i battibecchi ci sono sempre, se non ci fossero crederei di essere in un mondo fatato molto lontano dalla realtà. Eppure, nonostante questo, sento che le cose sono diverse.

I filamenti del nostro filo rosso si sono infoltiti di materiale e finalmente possiamo essere a tutti gli effetti una famiglia e non solo membri individuali di un nucleo distaccato.

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici, ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato di ogni contenuto e scopri il mio account Instagram per accedere a contenuti extra in tempo reale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...