La forza dell’amicizia

Giovedì 12 Settembre 2019

Le lauree delle amiche sono qualcosa di mistico, hanno un non so che di eccezionale e spaventoso allo stesso tempo perché all’improvviso ti rendi conto che tutto è cambiato e si è arrivati ad una reale conclusione che inevitabilmente muterà ogni cosa dopo il suo passaggio. Le lauree sono un rito di passaggio che nella quotidianità dello studente portano una vera e propria rivoluzione di sistema.

Qualche giorno fa ho assistito alla laurea della mia ex coinquilina Sara (autrice qui sul blog di una recensione), ormai anche parte integrante della mia vita da anni. Nel momento stesso in cui ho realizzato che era ufficialmente diventata grande ho pianto, mi sono trattenuta dall’effetto fontanella ma mi sono commossa.

Chi si laurea finisce inevitabilmente per crescere e diventare qualcosa di diverso da quello che era prima.

La cosa più bella di tutte è sicuramente quella di riuscire a percepire il peso dell’emozione e condividerla con chi ha vissuto con te i drammi e le angosce del percorso.

Osservavo Sara raccontare il suo discorso e sentivo la sua voce incrinarsi per l’agitazione, l’ho guardata stringere le mani alla commissione e ho percepito il vago tremore stile Parkinson delle sue mani tese. Sapevo esattamente a che velocità stesse battendo il suo cuore perché pulsava allo stesso del mio. Tutto quello che è successo quel giorno è stato profondamente condiviso e sentito come parte di quel nucleo familiare che siamo diventate negli anni passati insieme.

Sono talmente orgogliosa da non riuscire a mettere insieme i pensieri.

Al momento dei regali, quando ha aperto l’album di fotografie di tutto quello che è stato in questi anni, ho sentito qualcosa dentro di me che trovava finalmente pace. In quell’esatto momento sono stata a tutti gli effetti parte unica di un qualcosa di solo nostro, irripetibile e scelto con cura. Non è stato uno scambio materiale di qualcosa che desiderava ma un passaggio di essenze spirituali, energia allo stato puro.

Il tempo che abbiamo passato insieme ci ha rese forti, ci ha rese donne e soprattutto si è plasmato a partire da ciò che non abbiamo mai avuto paura di essere: noi stesse.

Ora la consapevolezza che sia tutto finito un poco mi destabilizza.

Non farò più colazione in una squallida cucina insieme a loro, non passerò ore infinite a condividere pensieri o cercare di venire a capo di un problema, non ci saranno più follie e turbamenti condivisi.. In poche parole una parte della mia vita è giunta al termine portando con se una marea di sensazioni contrastanti.

Non so cosa questo possa significare anche se non muta l’affetto che provo, riesco a percepire in maniera differente molte cose ma sono ancora troppo in balia degli eventi per rendermene conto.


Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici, ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato di ogni contenuto e scopri il mio account Instagram per accedere a contenuti extra in tempo reale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...