Recensione: “Io sono Leggenda” di Francis Lawrence

Il film

La pellicola dal titolo originale “I Am Legend” è stato prodotto nel 2007 e diretto da Francis Lawrence sulla falsariga dell’omonimo romanzo di Richard Matheson. Il film è uscito il 14 dicembre 2007 nelle sale americane e l’11 gennaio 2008 in quelle italiane.

L’idea originaria di riproporre per il grande schermo il romanzo di Matheson risale al 1995, quando la Warner Bros ne acquistò i diritti cinematografici con l’intenzione di farlo dirigere da Ridley Scott e di assegnare la parte di protagonista a Arnold Schwarzenegger, ma così non fu per problemi di budget troppo alto. Le riprese del film sono iniziate ufficialmente il 23 settembre 2006: si sono svolte per la maggior parte a New York e dintorni mentre alcune scene sono state effettuate in New Jersey e in generale si sono concluse il a marzo 2007 con un budget per la realizzazione di circa 150 milioni di dollari.

Altri media

È il terzo film basato sul libro “Io sono leggenda” di Richard Matheson: il primo adattamento è del 1964 con “L’ultimo uomo della Terra” dei registi Sidney Salkow e Ubaldo Ragona, il secondo adattamento è del 1975 con “Occhi bianchi sul pianeta Terra” anche detto “The Omega Man” diretto da Boris Sagal.

Incassi e premi

Il film ha incassato oltre i 77 milioni di dollari nel suo weekend di apertura in ben 3’606 cinema statunitensi e piazzandosi in testa alla classifica degli incassi del weekend – risulta inoltre il più alto incasso d’apertura di tutto il mese di dicembre. La pellicola ha globalmente incassato oltre i 585 milioni di dollari di cui 21 milioni provenienti dall’Italia. A ciò si aggiungono i premi vinti tra cui si possono citare: il premio Golden Trailer Awards come “Miglior horror” e “Miglior sonoro”; il premio MTV Movie Awards come “Migliore performance maschile (Will Smith)”; il premio Saturn Award come “Miglior attore (Will Smith)”; il premio Teen Choice Awards come “Miglior attore horror/thriller (Will Smith)” e “Miglior film horror/thriller”; il premio World Soundtrack Award come “Compositore dell’anno (James Newton Howard)”.

Trama

La storia si articola sulla vita di Neville, un uomo che vive da solo a New York essendo lui l’unico sopravvissuto della città all’epidemia batteriologica diffusa anni prima come cura del cancro che si è invece trasformata in un virus killer che trasforma i malati in “vampiri” – animali violenti e ultrasensibili ai raggi solari i cui battiti del cuore sono accelerati in quanto organismo sottosforzo. Neville è un ricercatore che cerca di trovare in tutti i modi la cura a questa epidemia essendo lui immune al batterio e avendo visto morire lentamente tutta la città e il mondo intero. Quotidianamente invia un segnale radio per cercare eventuali altri superstisti come lui, va a caccia con il suo fedelissimo cane Sam e cerca di non farsi inghiottire dal male che popola New York.

Dopo aver visto morire la moglie e la figli in un incidente aereo poco prima della diffusione virale del batterio la vita di Neville è sprofondata in una voragine di tristezza. Ogni notte si barrica all’interno della sua dimore sperando di non essere trovato dai vampiri e attende pazientemente l’alba per continuare a cercare una soluzione che possa salvare quello ce resta dell’umanità. Quello che però non ha mai tenuto conto è che i vampiri sono esseri che sviluppano sempre più frequentemente una certa psiche e struttura sociale che prende spunto dal vissuto e permette loro di sviluppare pensieri logici. Questo fa si che Neville venga ingannato più volte da questi animali/bestie e che finisca con il mettere a repentaglio la propria vita.

Differenze tra film e romanzo

– Nel romanzo, Neville è un civile, alcolizzato e fumatore, che si trova coinvolto negli eventi suo malgrado, mentre nel film è un ricercatore dell’esercito americano.
– Nel romanzo la moglie del protagonista muore, perché infetta, qualche giorno dopo la morte della figlia avvenuta per lo stesso motivo. Al contrario del cadavere della figlia, bruciato dall’esercito, viene seppellita dallo stesso Robert, ma torna il giorno dopo per ucciderlo, mentre nel film muore con la figlia a causa di un incidente in elicottero.
– Nel film vengono inseriti dei sopravvissuti, nel romanzo originale Robert Neville è davvero l’ultimo uomo sulla Terra e non esistono altri immuni come lui.
– Il romanzo è ambientato nei sobborghi di Los Angeles e non a New York.
– Il cane Samantha (Sam) nel romanzo non fa parte della famiglia di Neville: è un randagio che il protagonista scopre dopo il disastro e da allora spende ogni giorno cercando di guadagnarsi la sua fiducia.
– Nel film Neville visita le case in cerca di cibo e altre cose utili. Nel libro, invece, cerca soltanto gli infetti con l’intento di ucciderli nel sonno diurno e si rifornisce di cibo nei supermercati.
– Nel film gli infetti sono presentati come creature quasi animalesche e violente mentre nel romanzo esistono anche infetti più socialmente sviluppati capaci di parlare e di ragionare che hanno una loro struttura sociale e progettano di ricostruire il mondo. Saranno infatti questi ultimi, che troveranno un modo di convivere con la malattia, a giustiziare Neville.
– Il finale del film è molto diverso da quello del libro: mentre nel film Neville si suicida, facendosi esplodere con gli infetti per permettere ai sopravvissuti di salvarsi portando con loro la cura, nel romanzo invece il personaggio centrale si suicida con una pillola poco prima di essere giustiziato pubblicamente dagli infetti, che lo avevano catturato e imprigionato, ritenendolo (a ragione) responsabile dell’uccisione di molti dei loro simili. Da questo ne deriva che il senso della frase che dà il titolo alle due opere è significativamente diverso: nel libro, Neville diventa una “leggenda” tra i vampiri, che ormai costituiscono la condizione di normalità, proprio come i vampiri precedentemente lo erano per l’uomo; nel film, Neville diventa una “leggenda” perché offre la cura ai rimanenti sopravvissuti, garantendo così la salvezza dell’umanità e l’eventuale ritorno alla precedente normalità umana agli infetti.

Curiosità

Dopo pochi mesi dall’uscita cinematografica, su Internet ha iniziato a circolare un video relativo a una versione alternativa del finale, forse sostituito con il finale presente nell’edizione cinematografica nelle ultime fasi della post-produzione. La trama è molto diversa: al posto di farsi esplodere con gli infetti, Neville si salva perché il capo degli infetti disegna con le mani una farfalla sul vetro e subito dopo Neville vede sul collo della vampira la farfalla tatuata. Così rimuove l’ago del vaccino alla donna in cura facendola tornare vampira e riconsegnandola al capo dei mostri, che aveva interrotto l’attacco. Il capo riprende con sé la donna abbracciandola e baciandola, dimostrando che anche le persone infette avevano sviluppato una loro struttura sociale e potevano provare sentimenti.

Inoltre in questo finale alternativo si vedono alcune scene presenti nel trailer, ma poi assenti nel film distribuito nelle sale. Il finale, insieme ad altro materiale inedito, è stato inserito nell’edizione DVD.

Opinione personale

Bello si ma non troppo, un film molto lento e ripetitivo nel suo complesso che non stimola profonde emozioni. Solo in alcune scene l’ansia è stata palpabile ma, per il resto della durata della pellicola, tutto è stato attenuato e ridotto. Mi sarei aspettata qualcosa in più soprattutto tenendo presente l’imponente presenza di Will Smith a fare da padrone in tutte le scene del film.

La struttura psicologica del protagonista, costantemente turbato dalla sua solitudine e dalla latente pazzia a cui inizia ad arrendersi, sono tutte abilmente costruite per fare in modo che lo spettatore sia calamitato dalla sua aura tetra. La presenza del cane poi è una piccola chicca che permette di entrare in profonda simpatia/empatia con le vicende soprattutto nel momento in cui tra i due dovrà avvenire la separazione. Ogni attimo della pellicola permette a Neville di sperimentare in maniera più profonda la propria condizione di abbandono portando ad una certa arrendevolezza il personaggio. Per questo sono stata molto soddisfatta, a Will Smith – come sempre – va tutta la mia stima per le sue abilità interpretative.

Purtroppo però questo non basta a definirmi felice della mia visione.


Per me 2 stelle su 5, voi che ne pensate?

⭐⭐


Per acquistare da Amazon:

  • “Io sono leggenda” libro in formato cartaceo flessibile – prezzo di copertina €13,83 e in formato ebook – prezzo di copertina €4,99 ma GRATIS con il servizio di Kindle Unlimited a €9,99 al mese.
  • “Io sono leggenda” film in versione BlueRay – prezzo di copertina €23,28

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici, ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato di ogni contenuto e scopri il mio account Instagram per accedere a contenuti extra in tempo reale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...