Adattarsi è complicato

Venerdì 10 Gennaio 2020

Negli ultimi anni della mia vita mi sono trovata a dover condividere i miei spazi domestici con molte persone, a partire dall’esperienza universitaria che mi ha portato per tre anni a vivere con persone diverse, passando poi di nuovo per la casa dei miei genitori che non mi apparteneva più e finendo adesso con il vivere sotto lo stesso tetto con la famiglia del mio ragazzo. Ogni passaggio ha fatto si che il mio carattere si plasmasse e si adattasse alle esigenze di tutti gli altri per fare in modo che un certo equilibrio domestico si potesse venire a creare. Ammetto che non si è affatto trattato di qualcosa di semplice o di spontaneo e che ancora oggi faccio fatica a ingoiare innumerevoli cose eppure so di doverlo fare per poter sopravvivere e andare avanti in armonia con chi mi circonda.

Per tanto tempo ho creduto di dover preservare ogni piccolo cavillo del mio carattere, tutelare le mie abitudini e impormi per potermi sentire libera di essere me stessa senza però capire che quello che stavo facendo era del tutto sbagliato. A stare con altre persone è giusto e doveroso sapersi adattare reciprocamente e, nel caso che un compromesso non sia possibile, saper essere quantomeno tolleranti.

Ammettere i propri errori non è mai semplice, ancora più difficile è riuscire a fare un passo indietro per accettarsi e accettare gli altri.

Pur sapendo cosa è meglio fare, anch’io spesso cado vittima delle abitudini, mi lascio pervadere dagli istinti e finisco con il litigare e con l’impormi a chi mi circonda. Nonostante sia la prima a pretendere compromessi sono anche la stessa a tirare troppo la corda o lasciarla andare del tutto per ripicca quando le cose non vanno esattamente come vorrei. Tendo a prendere sempre tutto sul personale e assimilo i turbamenti di chi ho attorno lasciandomi poi trasportare dagli eventi.

Mi rendo conto che vorrei che tutti la pensassero come me e che si comportassero come io mi aspetterei ma poi capisco di volere solo l’impossibile e di aver ancora molta strada da percorrere prima di poter capire che le persone sono fatte diverse da me. Devo imparare ad accettarle esattamente per quelle che sono senza necessariamente pretendere niente da loro soprattutto se quello che do loro è finalizzato unicamente a ricevere indietro. Se io in certe situazioni mi comporterei o direi determinate cose non significa che altri dovrebbero agre al mio stesso modo e viceversa se voglio essere accettata e apprezzata nella mia interezza dovrei smettere di lamentarmi per tutto ed essere solo coerente nel mio quotidiano.

Come si dice spesso è vero che tra il dire ed il fare ci sta di mezzo un mare, proprio perchè modificare un certo comportamento non è per nulla qualcosa di facile e immediato.

Quando si ha poi a che fare con persone a cui si tiene particolarmente le cose si complicano di più, far funzionare le cose diventa una priorità e spesso si finisce per mettere da parte la ragione e imporsi sugli altri con la propria visione di “giusto”.

Avere a che fare con gli altri non è mai semplice proprio perché è già complesso avere a che fare con se stessi.

Forse è vero che bisognerebbe respirare a fondo prima di accusare, contare fino a cento prima di parlare e darsi tempo per far sedimentare le cose nella propria testa prima di agire. Non si può pretendere di capire senza chiedere o di sapere senza parlare, è vero che è necessaria la sintonia ma non basta il sentimento per fare in modo che le cose funzionino.

Adattarsi è il primo passo per dimostrare a qualcuno che sei interessato a continuare la tua vita insieme a lei/loro ma occorrono sforzi costanti per mantenere l’equilibrio. Se non si vuole lottare è giusto trovare il proprio spazio per stare soli e vivere le proprie necessità senza limiti.


Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici, ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato di ogni contenuto e scopri il mio account Instagram per accedere a contenuti extra in tempo reale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...