Recensione: “Man in Black – International” di F. Gary Gray, Art Marcum e Matt Holloway

Il film

Conosciuto anche come “MIB: International” è un film del 2019 d’azione e fantascienza di natura statunitense diretto da F. Gary Gray e scritto da Art Marcum e Matt Holloway. Questo quarto capitolo della saga lo si può considerare come uno spin-off della serie di film “Men in Black” ed è liberamente ispirato ai fumetti Marvel con lo stesso nome di Lowell Cunningham.

Tra il cast della pellicola si possono citare Chris Hemsworth, Tessa Thompson, Liam Neeson, Kumail Nanjiani, Rebecca Ferguson, Rafe Spall, Laurent e Larry Bourgeois. In più Emma Thompson riprende il suo ruolo dal terzo film, mentre Tim Blaney torna a dare la voce a Frank il carlino dai primi due film.

Distribuito negli Stati Uniti il 14 giugno 2019 dalla Sony Pictures Releasing, con il marchio Columbia Pictures.

Produzione

L’idea per il quarto film è iniziata dopo l’uscita di “Men in Black 3” nel 2012. Nel febbraio 2018, Hemsworth ha firmato per recitare in uno spin-off mentre Gray è stato assunto per dirigere, e la Thompson si è unita al cast il mese successivo. Le riprese si sono svolte a New York, in Marocco, in Italia (Ischia) a Londra da luglio a ottobre 2018. Il primo trailer è stato diffuso il 20 dicembre 2018 mentre il film è stato ufficialmente rilasciato nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 14 giugno 2019 e in quelle italiane dal 25 luglio dello stesso anno.

Trama

La storia tratta di un nuovo capitolo degli agenti sotto copertura dell’agenzia MIB contro gli attacchi alieni, in particolare vengono raccontate le vite di due agenti che s’intrecciano insieme. Da una parte l’agente H è un ex paladino della giustizia, insieme all’agente capo T è riuscito a sventare a Parigi l’attacco degli Hive diventando così un uoo rispettato. Parallelamente dall’altra parte viene raccontata la storia di Molly Wright che da piccola ha visto i propri genitori “sparafleshati” dagli agenti Men in Black dopo aver aiutato un piccolo alieno tarantiano in fuga. La donna ormai cresciuta cerca disperatamente le persone che hanno fatto questo e finalmente riesce a scovare la base segreta dei MIB a New York ma fermata ancor prima di entrare al quartier generale e mandata dall’agente O che, colpita dall’astuzia di Molly, decide di mettere in prova la ragazza a Londra nominandola “Agente M”.

La ragazza si ritrova così nel nuovo paese dove fa subito conoscenza dell’Agente capo T e del suo affascinante discepolo Agente H incaricato di occuparsi del suo amico Vungus il Brutto – membro di una famiglia reale aliena. M riesce ad affiancare H nella sua missione e durante la loro notte con Vungus, vengono avvicinati da misteriosi gemelli alieni in grado di manifestarsi come pura energia che feriscono a morte Vungus. Prima di morire, l’alieno affida di nascosto uno strano cristallo a M dicendo che non può fidarsi di H perché è cambiato dall’ultima volta che si sono incontrati. Tornati alla base i due fanno rapporto all’insopportabile Agente C e all’Agente capo T esprimendo anche le proprie preoccupazioni riguardo alla presenza di una talpa nei MIB. M e H vengono separati e affidati a mansioni differenti ma, troppo invischiati nelle vicende decidono di operare contro le direttive e iniziano la caccia alla verità mettendosi contro a quasi tutta l’organizzazione. Scoprono tracce di DNA Hive nel sangue lasciato sulla scena dell’aggressione dai gemelli elettrici, questo significa che sono stati contaminati da una razza parassitaria che invade altri pianeti fondendosi con il DNA delle specie conquistate. M apprende che l’Agente H e l’Agente capo T avevano già respinto un’invasione aliena alla Torre Eiffel, quando gli Hive si erano serviti di un portale già utilizzato per la loro prima migrazione sulla Terra.

Su questa scia i due indagano a Marrakesh e in Italia le origini del mistero che sembra infittirsi ad ogni attimo e scoprono con sconcerto che la verità è ancora più macabra di quello che possa sembrare.

Incassi

Il film ha incassato oltre 253,9 milioni di dollari in tutto il mondo contro un un budget di produzione di 110 milioni e altri 120 milioni spesi per il marketing – si è stimato che il film avrebbe dovuto incassare 300 milioni in tutto il mondo per raggiungere il pareggio.

Negli Stati Uniti e in Canada, Men in Black: International è stato distribuito insieme a “Shaft” (a cui il blog ha dedicato una recensione qui), così come l’ampia espansione di “Late Night”. Il film ha incassato 10,4 milioni nel suo primo giorno, compresi 3,1 milioni da anteprime di giovedì sera e ha raggiunto la soglia di 30 milioni nella prima settimana arrivando in cima alla lista di maggiori incassi al botteghino ma senza superare o adempiere alle aspettative di produzione diventando il primo film della serie a non aprire oltre 50 milioni. L’apertura deludente è stata attribuita a tre motivazioni: il franchise datato, le scarse recensioni critiche e l’attesa del pubblico per le altre grandi uscite imminenti come “Toy Story 4” e “Spider-Man: Far from Home”. Nelle settimane successive il risultato non è andato migliorando infatti la seconda settimana ha perso il 64% dell’interesse globale guadagnando solo 10,7 milioni di dollari e guadagnandosi il quarto posto nella lista d’incassi. La terza settimana si sono registrati 6,7 milioni di dollari ed un sesto posto in classifica.

Critica

La pellicola ha ricevuto recensioni generalmente sfavorevoli da parte della critica che ha criticato “l’azione poco brillante e la trama dimenticabile”, anche se la chimica tra Hemsworth e la Thompson è stata elogiata. Su Rotten Tomatoes il film ha un punteggio di approvazione del 23% basato su 300 recensioni con un punteggio medio di 6,6/10. Il consenso critico del sito web recita:

Amabile eppure dimenticabile, MiB International macina la sostanziale chimica delle sue stelle attraverso gli ingranaggi di un franchising che sta per scadere, con le ragioni per continuare.

Su Metacritic il film ha un punteggio medio ponderato di 38/100, basato su 51 recensioni professionali. Le audience intervistate da CinemaScore hanno dato al film un voto medio di “B” su una scala da A + a F decretando il punteggio più basso della serie.

Curiosità

Per la realizzazione di molte scene si è optato per la creazione di un Partenariato con Lexus e la Sony Pictures per utilizzare i loro veicoli per il film, la RC e la RX, tutti nelle loro varianti F Sport. L’azienda automobilistica ha anche progettato un’astronave dall’aspetto alieno nello stesso corpo del modello RC.

Opinione personale

Una grandissima pellicola che purtroppo non sa essere all’altezza dei capolavori precedenti. Nel complesso mi sono divertita moltissimo a guardare il film, gli attori hanno evidente sintonia e le scene sono divertenti ma, per quanto funzioni e sia piacevole da fruire, il film non è all’altezza del franchise passato e della sua magnificenza.

Per quanto paradossale la grafica e la storia sembrano essere ancora più interessanti dei precedenti, gli spunti di approfondimento e l’intreccio descritti funzionano su ogni frangente ma sono pesanti le assenze di Will Smith e Tommy Lee Jones. Un aspetto che ho trovato personalmente apprezzabile è la presenza di Chris Hemsworth che nella sua magnificenza riesce sempre a divertire con piccoli gesti dimostrando al contempo la sua bravura fisica e attoriale.


Per acquistare da Amazon:

  • “Men In Black – International” film in formato DVD – prezzo di copertina €14,99
  • “Men In Black – International” film in formato BlueRay – prezzo di copertina €18,99
  • “Men In Black – International” film in formato 4K – prezzo di copertina €34,08

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici, ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato di ogni contenuto e scopri il mio account Instagram per accedere a contenuti extra in tempo reale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...