Recensione: “Quando un padre” di Mark Williams

Il film

Pellicola realizzata nel 2016 col titolo originale “A Family Man”, diretto da Mark Williams tra Canada e Stati Uniti come film drammatico di 108 minuti per la Vertical Entertainment. Tra il cast compaiono gli attori Gerard Butler, Willem Dafoe, Gretchen Mol, Alison Brie, Alfred Molina e Dustin Milligan nei panni dei personaggi principali.

Il film è stato pubblicato nei cinema italiani l’8 giugno 2017 e distribuito da Eagle Pictures con un consiglio per la visione di bambini e ragazzi +13.

Produzione

Nel novembre del 2012 Bill Dubuque scrisse la prima sceneggiatura della pellicola che avrebbe preso il nome di “The Headhunter’s Calling” letteralmente “La chiamata del cacciatore di teste”. Nel settembre del 2015 viene annunciato che Gerard Butler sarebbe stato il protagonista del film e che la regia sarebbe stata affidata a Mark Williams come suo debutto.

Ufficialmente le riprese iniziano il 26 ottobre del 2015 a Toronto e si spostano a Chicago a dicembre per concludersi alla fine dello stesso mese.

Incassi

In Italia al Box Office “Quando un padre” ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 225 mila euro e 104 mila euro nel primo weekend arrivando ad una cifra globale di 124,7 milioni di dollari in tutto il mondo contro un budget di realizzazione di 60 milioni di dollari.

Trama

La storia ruota attorno alla vita di Dane Jensen, un cacciatore di teste che lavora a Chicago per una grossa società di collocamento che seleziona personale per altre aziende guadagnandoci in commissioni. Dane è anche padre di famiglia, ha una moglie e tre figli, per riuscire a mantenerli in una vita agiata e priva di ogni mancanza vive di lavoro. Il suo attaccamento al lavoro peggiora quando il suo capo non lo informa di voler andare in pensione e di voler affidare l’azienda al suo miglior dipendente, il posto si contende tra lui e una collega. Per decidere a chi dovrà andare l’azienda il capo offre loro la possibilità di raggiungere un traguardo di contratti firmati in un certo periodo prima che lui effettivamente lasci il suo podere al vincitore. Dall’altro lato della medaglia la moglie di Dane insiste nel chiedere al marito più presenza famigliare, l’attaccamento dell’uomo per il lavoro non fa altro che deprivare ai tre bambini la presenza del padre e alla donna la compagnia e l’appoggio della persona che ama.

Mentre Dane combatte per migliorare la sua posizione professionale la situazione famigliare si fa drammatica perché Ryan, il figlio maggiore dei tre, si ammala di una complicata forma di leucemia. Questo porta Dane a fare i conti con le sue priorità e mentre il figlio lentamente muore sotto ai suoi occhi lui deve decidere se è più importante la famiglia o la propria professione attraverso una dura battaglia con se stesso e le abitudini di una vita.

Critica

Accolto in maniera discordante dagli utenti, la pellicola sul sito Rotten Tomatoes che aggrega opinioni ha un punteggio pari al 13% basato su 767 recensioni dal voto medio di 6,0/10. Sul sito Metacritic invece il film ottiene un punteggio di 21/100 basato su 7 recensioni professionali.

Opinione personale

Un film molto lento e prevedibile. Non sono stata particolarmente colpita da questa pellicola che non è riuscita a entrarmi dentro o a stimolare le giuste corde dei sentimenti che governano la drammaticità che dovrebbe scaturire dalla visione di un contenuto simile. Tutta la storia, per quanto accorpata da innumerevoli “già visti”, si mantiene troppo distaccata dal fruitore delle scene, non riesce a stabilire un diretto dialogo con l’osservatore e finisce – a lungo andare – per annoiare un pochino.

Per definirsi “drammatico” manca di sentimentalità e di profondità, elementi essenziali per la trattazione di certi temi che non necessariamente devono portare alle lacrime ma, quanto meno, far breccia nel vivo di chi fruisce. Certo non posso dire che non mi sia piaciuto il film, in sé molteplici sono gli spunti di riflessione che tutta la pellicola avanza ma, no mi ha particolarmente convinta.


Per acquistare da Amazon:

  • “Quando un padre” film in formato DVD – prezzo di copertina €9,99
  • “Quando un padre” film in formato BlueRay – prezzo di copertina €12,80

Condividi l’articolo su Facebook Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici, ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato di ogni contenuto e scopri il mio account Instagram per accedere a contenuti extra in tempo reale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...