Recensione: “Dracula in love” di Karen Essex

Il libro

Pubblicato per la prima volta dall’autrice nel 2010 e tradotto in italiano da Alberto Cristofori nello stesso anno per la casa editrice Bompiani con cui l’autrice era già nota per i lavori precedenti “I cigni di Leonardo” e “Le due donne di Partenone”.

Suddiviso in otto parti, epilogo escluso, e spalmato in quasi 500 pagine di racconto, il libro si costruisce come un thriller gotico e psicologico che racconta la “storia vera” del celebre romanzo di Bram Stoker. Invece che raccontare il punto di vista del conte Dracula pone al centro dell’attenzione la giovane fanciulla da lui amata e resa cosciente della propria forza interiore e dignità di persona.

L’autrice

Karen Essex è giornalista e sceneggiatrice. Nasce a New Orleans ma attualmente vive a Los Angeles, studia presso la Tulane University, la Vanderbilt University e il Goddard College.

Oltre a scrivere romanzi è anche autrice delle biografie romanzate “Kleopatra” e “Pharaoh” tradotte in tutto il mondo.

Trama

Tutto il romanzo ruota attorno alla figura di Wilhelmina Murray detta Mina, una giovane donna di ventun’anni che lavora come insegnante alla scuola di buone maniere della signora Miss Hadley. Mina fa strani sogni sin da che ne ha ricordo, parla con creature inesistenti e vede cose che altri non notano. I suoi genitori si liberarono di lei che era ancora una bambina perché spaventati dai suoi “poteri” e la mandarono presso Miss Hadley in speranza che smettesse di vagabondare la notte in preda ai sogni come le donne poco rispettabili. All’istituto conosce Jonathan Harker che ben presto le chiederà di diventare sua moglie per passare insieme il resto dei loro giorni insieme ma a Mina turba la voce che la chiama in sogno di quell’uomo che la perseguita nei desideri. Una notte, animata da sonnambulismo si lascia sedurre dalla voce che la chiama nel sonno e le dona piacere come mai nulla prima di quel momento aveva mai fatto. Quando però si sveglia Mina si ritrova tra le braccia di un aggressore che tenta di stuprarla, in suo soccorso appare un uomo bellissimo e ben vestito che la salva e la invita a salire sulla sua carrozza. Spaventata, Mina fugge via anche se il desiderio di seguire il suo cavaliere è molto forte. Da quel momento in poi non riesce a togliersi più dalla mente la voce del suo cavaliere che si dichiara suo servo e padrone, che la ammalia nella notte e la seduce con le sue parole.

Mina è spaventata dai propri sogni, vorrebbe poterne parlare con qualcuno ma non sa con chi potersi confidare, la sua amica e giornalista Kate Reed ha troppe indagini per la testa e prende tutto con estrema razionalità per cui non crederebbe mai alle parole della sua amica vaneggiante. Kate vorrebbe che Mina potesse lasciarsi andare, che liberasse la sua vera personalità avventurosa invece che lasciarsi sopraffare dalle buone maniere proprio come fa lei al fianco del suo collega Jacob Henry con cui incastrano truffatori in giro per il paese.

Poco prima di fissare la data di nozze tra Mina e Jonathan, lui riceve una spettacolare proposta di lavoro da un conte in Stiria che lo desidera come contabile personale e come gestore dei suoi averi. Senza lasciarselo ripetere due volte l’uomo parte per il suo destino promettendo a Mina di tornare presto per poter vivere insieme la vita che hanno sempre desiderato e sparisce nel nulla lasciando la sua giovane amata nel pieno dei dubbi. Per cercare di non farsi sopraffare dalla tristezza Mina decide di andare a trovare la sua amica Lucy ma quando arriva da lei la trova cambiata rispetto a come se la ricordava. Lucy è la promessa sposa di Arthur Holmwood ma ama follemente il suo amico americano Quince Morris con cui ormai da tempo ha iniziato una relazione clandestina che la sta letteralmente consumando di vitalità. Mina cerca in tutti i modi di far ragionare la sua amica persuadendola al volere della madre a sposare Arthur che ha tutti i migliori propositi nei suoi confronti lasciando perdere Quince che dimostra unicamente di volersi approfittare di lei ma Lucy non vuole sentire ragioni e rifiuta categoricamente anche l’aiuto del dottor John Seward ormai da tempo innamorato di lei che la vuole costringere a letto sedata. Mina ormai confortata dal silenzio di Jonathan e dalle azioni della sua amica si lascia sopraffare dai pensieri e dai desideri del suo misterioso cavaliere finché non le viene recapitato un biglietto dal suo Servo e Padrone dove viene detto che il suo promesso sposo è ricoverato in un ospedale psichiatrico con febbre celebrale.

Da quel momento la vita di Mina viene scossa bruscamente, parte immediatamente in salvataggio del suo promesso sposo e lì apprende tutti gli orrori che gli sono capitati che non fanno altro che mettere in pericolo tutte le speranze che la giovane Mina ha sempre avuto per se stessa e per il suo innocente futuro. Finisce vittima di aguzzini che vedono in lei una cavia per sperimentare nuovi trattamenti medici e, ancora una volta, il suo cavaliere sarà pronto a salvarla per farle ricordare tutto ciò che ha dimenticato delle sue vite passate in speranza di poter stare con lei per l’eterno.

Opinione personale

Ho impiegato un piccolo eterno a finire questo romanzo, un po’ per colpa degli studi che mi hanno portato via tantissimo tempo e un po’ per la piattezza della storia; alla fine, arrivata all’ultima riga della storia, sono stata pervasa da un senso di rammarico che mi ha abbattuta. Non mi aspettavo un libro del genere, dire che io sia delusa non basterebbe spiegare a pieno i miei sentimenti legati a questa lettura. Avevo grandissima aspettativa dal romanzo essendo io una grandissima amante di tutte le storie sul Conte Dracula che sin dalla mia infanzia mi hanno sempre affascinata – insieme al re Artù , altro personaggio che sa sempre affascinarmi – come figura mitologica.

Il romanzo però fa così pochi riferimenti al conte che spesso mi sono chiesta se effettivamente fosse un libro su Dracula, la passione che dovrebbe coinvolgere la protagonista ogni volta che ha a che fare col suo mistico amante è talmente tanto fredda da non avermi mai sfiorata e in generale le cose che accadono sono talmente tanto tirate per le lunghe che alla fine mi sono annoiata al punto da voler abbandonare il romanzo. Fino all’ultimo ho sperato che tutto svolgesse per il meglio, che finalmente Mina si lasciasse sedurre dal suo istinto e che finalmente Dracula prendesse il sopravvento ma il mio appetito non è mai stato soddisfatto. Una lettura a dir poco triste che avrebbe potuto essere grandiosa ma che non è stata altro che un disastro per i miei gusti.

Conte, li perdoni perchè non sanno.


Per acquistare da Amazon:

  • “Dracula in Love” libro in formato cartaceo rigido – prezzo di copertina €3,74
  • “Dracula in Love” VERSIONE INGLESE libro in formato cartaceo flessibile – prezzo di copertina €16,53| libro in formato ebook – prezzo di copertina €10,32

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici, ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato di ogni contenuto e scopri il mio account Instagram per accedere a contenuti extra in tempo reale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...