Recensione: “Trolls” di Mike Mitchell e Walt Dohrn

Il film

Il film d’animazione diretto da Mike Mitchell e Walt Dohrn nel 2016 è basato sulle bambole “Troll Dolls” ideate da Thomas Dam. Prodotto negli Stati Uniti per la DreamWorks Animation e distribuito in italiano dalla 20th Century Fox il 27 ottobre 2016. La pellicola nel paese di origine è stato diffuso nelle sale cinematografiche il 4 novembre dello stesso anno.

Altri media

Il 28 febbraio 2017 era stato annunciato un seguito previsto per il 17 aprile 2020. Successivamente, nello stesso anno, è stato rilasciato il cortometraggio “Trolls Missione Vacanze”. La data di rilascio della seconda pellicola intitolata “Trolls World Tour” ha subito una modifica ed è stata distribuita in tutto il mondo in Video on demand il 10 aprile 2020 a causa della Pandemia COVID-19.

In aggiunta dalla pellicola è stata realizzata anche una serie televisiva dal titolo “Trolls – La festa continua!” prodotta sempre da DreamWorks Animation per la durata di 8 stagioni con 52 episodi totali che seguono le vicende dei personaggi del film.

Incassi e premi

La pellicola ha incassato 346,8 milioni di dollari nel mondo ed è stata candidata agli oscar nel 2017 per la migliore canzone originale “Can’t Stop the Feeling!”

Trama

Le vicende narrano della tribù dei Troll, in particolare la pellicola si apre sulla storia di queste magiche e piccole creature che vivono in uno stato quasi perpetuo di felicità, cantando, ballando ed abbracciandosi tutto il giorno. Ad un certo punto della loro storia vengono scoperti dai Bergen – creature che pensano di non poter provare allegria e che si convincono di poterla ottenere soltanto mangiando un Troll in un giorno di festa che chiamano “Trollstizio” – che li allevano in cattività su di un albero al centro della loro città affinché possano donare felicità ai propri abitanti ogni anno come pietanza principale della felicità.

Ormai esausti di questa vita i Troll scappano sotto la guida del loro sovrano Re Peppy sfuggendo così all’imminente “Trollstizio” che avrebbe portato alla morte dello stesso re per rendere felice il principe dei Bergen Gristle Junior per la prima volta. Chef – il Bergen a cui era stato affidato il compito di preparare i Troll per il principe viene cacciato e ci rifugia nel bosco in attesa di poter un giorno ritrovare quei piccoli mostriciattoli colorati e ottenere il perdono a corte. Questo porta nel regno dei Bergen una profonda tristezza incolmabile che condannerà ogni abitante a soffrire per il resto delle loro miserabili vite mentre i Troll fuggiti riprendono pieno potere su loro stessi e ricominciano a vivere unicamente ballando, cantando e abbracciandosi tutto il giorno.

Vent’anni dopo a principessa Poppy decide di organizzare una grande festa per celebrare il ventesimo anniversario della fuga dei Troll, nonostante i timori e gli avvertimenti del triste e previdente Branch secondo cui il rumore dei festeggiamenti avrebbe potuto attirare i Bergen. Al party tutti danno il meglio di loro stessi per celebrare la ricorrenza della loro libertà ma, qualcosa non va esattamente come previsto e il rumore e i festeggiamenti attirano l’attenzione di Chef che si precipita sul posto e rapisce alcuni Troll da portare come merce di scambio per la sua riammissione a corte. Durante l’invasione in molti riescono a sfuggire dalle grinfie del Bergen tra cui anche Poppy. Allarmata da quanto accaduto decide di andare a salvare i suoi amici ma ben presto si accorge che nessuno è disposto a rischiare la propria vita per quella di altri, Poppy decide di chiedere aiuto a Branch essendo il più esperto in fatto di Bergen, ma lui non ha intenzione di seguirla perché è convinto che in questo modo moriranno entrambi.

Senza farsi scoraggiare Poppy decide di partire da sola per la sua missione ma, incurante dei pericoli che la circondano perché troppo distratta dai suoi buoni propositi, finisce per farsi quasi uccidere dalle creature che vivono nella foresta. A salvarla sarà proprio Branch che spinto da sentimenti contrastanti decide di raggiungerla e provare a cambiare le cose con estrema coscienza e razionalità. I due cercheranno di intrufolarsi nel castello dei Bergen per salvare i Troll rapiti senza mettersi in pericolo, ad aiutarli troveranno un’impensabile alleata che sarà la chiave vincente (o quasi) al loro salvataggio nonché ad una coesistenza tra razze.

Critica

Il film è stato accolto in modo altrettanto positivo da critica e pubblico. Sull’agregattore di recensioni Rotten Tomatoes detiene una freschezza pari al 76% basata su 161 recensioni con un voto medio di 6,7/10. Sul sito Metacritic ottiene un punteggio di 55/100 basato su 32 recensioni miste dal voto medio di 6,7 su 10.

Opinione personale

Ho scoperto del magico mondo dei Trolls grazie a mio nipote che segue gli episodi in televisione, sin da subito mi sono affezionata ai personaggi dalle note irriverenti e ironiche adatte anche alla visione di un pubblico adulto e la mia curiosità mi ha spinto a guardare il film. Una scelta che non rimpiango affatto perché la visione è stata in grado di fari ridere apertamente e piangere nei momenti più sentimentali.

Per quanto la tematica narrata sia un cliché ormai consumato nel tempo, la comunicazione dei personaggi e delle loro avventure viene fatta con estrema cura e divertimento così che tutto acquisti una nota molto più piacevole. Essendo un film per bambini è ovvio che alla fine le cose andranno per il meglio ma assistere al costante alternarsi di positività e negatività rende tutto più reale e ubica la storia fantastica in un contesto dalle sfaccettature ipotetiche – per quanto assurdo e idealisticamente utopico.

I personaggi hanno enorme carattere e grande cuore, ognuno di loro ha un lato da scoprire e un carisma travolgete che permette all’osservatore di entrare subito in empatia con tutti. Questa forte emotività rende possibile l’ingresso nella storia narrata e di immedesimarsi a pieno in quello che accade ai protagonisti così che tutto quello che viene mostrato sullo schermo, in qualche modo, colpisca anche chi non ne fa parte a livello personale ed emotivo.

Sono estremamente soddisfatta della visione e posso dire anche di aver appena trovato un contenuto degno di collezione. Sicuramente avrò modo di riguardare ancora Trolls con occhi sognanti in un prossimo futuro.


Per acquistare da Amazon:

  • Trolls” primo film in formato DVD – prezzo di copertina €9,99 | in formato BlueRay – prezzo di copertina €12,99
  • Trolls – World Tour” secondo film disponibile a partire dal 8 luglio 2020 in formato DVD – prezzo di copertina €14,99 | in formato BlueRay – prezzo di copertina €18,99
  • Trolls Collection” primo e secondo film in un unico box disponibile a partire dal 8 luglio 2020 in formato DVD – prezzo di copertina €21,99 | in formato BlueRay – prezzo di copertina €24,99
  • Trolls – Missione vacanze” spin off in formato DVD – prezzo di copertina €9,99
  • Trolls – La festa continua!” prima stagione della serie animata in formato DVD – prezzo di copertina €9,99

Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici, ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato di ogni contenuto e scopri il mio account Instagram per accedere a contenuti extra in tempo reale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...