Diventare grandi non è poi così divertente

Giovedì 7 Maggio 2020

Crescendo ho iniziato a fare i conti coi miei castelli di carte che crollavano perché sospesi in nuvole di cotone, la realtà si è rilevata molto più cruda e difficile di quello che mi aspettassi e, alla fine, ho capito che il mio desiderio di crescere tanto in fretta non è stata poi una bella idea. Se poi aggiungiamo le normali preoccupazioni per il futuro di una qualsiasi persona che cresce e impara a farsi strada nel difficile mondo che ci circonda al periodo attuale e alle aspettative di vita che si prospettano le cose precipitano ancora più velocemente.

A mie spese sto imparando che crescere significa dover rinunciare ai propri sogni per rimettersi coi piedi per terra e sostenere delle responsabilità sulle spalle.

Per lungo tempo mi sono battuta per i miei sogni ma alla fine devo ammettere che possono essere unicamente traguardi idilliaci o, quanto meno, restare hobby appassionati da coltivare nel tempo libero. Non so quanto questa mia nuova consapevolezza possa rendermi felice ma non posso fare altro che accettarla e trovare una soluzione migliore per il mio domani. Per quanto io possa amare scrivere articoli per il mio blog e storie originali da pubblicare in rete, tutto questo – messo nel mare magnum che governa la rete e la riempie di contenuti pressoché identici ai miei – non mi porterà mai da nessuna parte e non mi permetterà di sopravvivere un domani con affitto e bollette da pagare. Avrei dato qualsiasi cosa per fare la differenza, anche piccola che fosse, ma come mio solito sbaglio i tempi di azione e arrivo troppo tardi a capire le cose.

A darmi ulteriori pensieri è proprio questo strano periodo che non fa che peggiorare e a sottrarre aspettative al mio futuro (oltre a quello di tanti altri nella mia stessa situazione). Tra pandemie mondiali, crisi lavorative ed economie fallite, il pensiero di riuscire a sopravvivere diventa molto complesso. Come potrei anche solo pensare di potermi comprare una casa e fare una famiglia se nemmeno ho la certezza di riuscire a trovare un lavoro prima che tutti gli stati crollino a picco nel fallimento?

Ringrazio la mia famiglia molto numerosa per avermi insegnato a sopravvivere nella miseria, coltivando frutta e accontentandomi di poco.

Per quanto assurdo possa sembrare anche essendo quanto più autosufficienti possibile occorre avere il denaro per far girare la ruota della baracca, soldi per la corrente, soldi per la spesa di alimenti e oggetti non auto-producibili, denaro per eventuali mezzi di trasporto e via dicendo.

Maledetto Dio Denaro.

Onestamente non so cosa aspettarmi, non so dove sbattere la tesa e cosa fare per crearmi un futuro quanto più sereno possibile. Ammetto di avere molta paura, di aver pianto vedendo tutti i miei sforzi venir spazzati via da un mondo che sta cambiando troppo velocemente e di non avere idea di cosa fare per fare i modo che io possa costruirmi un reale futuro senza essere uccisa da nuove pandemie, crisi o depressioni psicologiche. Quello che mi resta da fare è cercare di pensare il meno possibile e vivere ogni giorno al meglio così che qualsiasi cosa positiva possa arrivare sia ben accetta e non attesa ma anche per riuscire a passare sopra a qualsivoglia negatività.

Dopotutto la mia non è una vera e propria resa ma solo un cambio di programma che possa permettermi di non sprofondare nella delusione di aver fallito.


Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici, ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato di ogni contenuto e scopri il mio account Instagram per accedere a contenuti extra in tempo reale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...