Recensione: “Seduzione” di Amanda Quick

Il libro

“Seduzione” è un romanzo pubblicato per la prima volta nel 1990 dall’autrice col titolo originale “Seduction” e tradotto successivamente in italiano da Silvia Accardi per Arnoldo Mondadori nel 2001. Venduto come Romanzo Oro nella collezione “Grandi Classici” in supplemento al numero 486 del 24 marzo 2001, composto da 20 capitoli molto lunghi e suddivisi in sotto-paragrafi di più momenti narrativi differenti sviluppati su 299 pagine totali.

L’autrice

Amanda Quick è uno dei vari pseudonimi con cui Jayne Ann Krentz ha pubblicato i suoi romanzi storici e moderni. Diventata ben presto un’affermata autrice di storie avvincenti, eleganti e piene di erotismo mai banale. Esperta nel descrivere storie d’amore fra uomini e donne forti e intelligenti, in cui spesso affiorano i temi della fiducia, della lealtà e dell’impegno reincarnando così i valori dell’epoca in cui sono spesso ambientate le sue storie.

Trama

La storia è ambientata in Inghilterra nei primi anni del 1800 tra le campagne di Ravenwood Abbey e Londra, in particolare le vicende ruotano attorno al conte Ravenwood che chiede in moglie Sophy dopo la prematura morte della prima moglie. L’uomo è descritto da tutti come un Diavolo per la sua estrema durezza, si vocifera abbia ucciso la prima contessa Elisabeth per i frequenti tradimenti che questa avesse commesso alle spalle del marito e che sia un uomo incapace di amare dopo i guai e i pettegolezzi portatogli dalla sua giovane sposa assetata di fama mondana. Sophy, dal canto suo, è una giovane donna che da tempo a passato l’età da marito, non è particolarmente bella o elegante ma ha una grande passione per la lettura femminista, detiene un forte senso dell’onore equiparabile a quello maschile, ha un cuore gentile e molte conoscenze sulle erbe mediche.

Da anni è innamorata del conte Ravenwood che incontrò per la prima volta durante il suo ritiro a Londra per debuttare in società; per quanto la proposta le arrivi con estrema felicità Sophy non è tanto disposta a maritarsi per perdere ogni sua libertà e decide quindi di accordarsi con Julian affinché lei possa avere libera scelta sulle sue letture, possa attendere tre mesi prima di condividere il letto nuziale, di non essere mai abbandonata e rilegata alla campagna da sola e di poter disporre liberamente dei propri beni. Riluttante lui la asseconda pur sapendo di ritenere assurde le richieste della donna e di non avere intenzione di onorarle per il bene stesso della giovane e del loro matrimonio. Dopo la cerimonia i due si trasferiscono a Londra e Julian viene a conoscenza che Sophy ha un brutto rapporto con le pratiche seduttive perché la sorella si è tolta la vita dopo essere stata abbandonata gravida dall’uomo che amava, l’uomo responsabile fu uno dei tanti amanti della prima moglie del conte ma questo non lo rivela timorata delle conseguenze che potrebbero generarsi dalla dichiarazione.

Tra gli obbiettivi della giovane contessa c’è l’intenzione di far innamorare di lei il marito per quanto lui si opponga a provare qualsiasi sentimento e vendicare la sorella portando alla distruzione sociale dell’amante responsabile della sua morte. Peccato però che, per quanto siano ammirevoli le intenzioni si Sophy, nulla vada mai come lei desideri. I primi mesi di matrimonio sono un fiasc totale tanto che in breve tempo rinuncia a combattere per l’amore di Julian e si dedica unicamente ai suoi affari ma anche qui le cose non vanno come sperato e ben presto Sophy verrà sopraffatta dalla tristezza. Solo Julian potrà aiutare la moglie salvando e stesso e il suo matrimonio un passo alla volta.

Opinione personale

Devo ammettere di non essere molto soddisfatta da questa lettura, partendo dal presupposto che con i romanzi storici ho un rapporto altalenante, mi sarei aspettata qualcosa di diverso. Da un lato ho apprezzato molto l’evoluzione dei personaggi e del loro rapporto, ho apprezzato la gestione del matrimonio e alcuni aspetti cruciali delle vicende ma dall’altro lato i riferimenti sessisti, maschilisti e le ovvietà latenti mi hanno lasciato un po’ l’amaro in bocca. Molte cose sono state estremamente banali se non induttive e questo ha impoverito molto la mia curiosità alla lettura e in generale il livello della storia.

Un aspetto molto interessante è l’eleganza che permane per tutte le vicende attribuendo alla narrazione una certa classe che fa immergere in un ambiente raffinato ogni frammento di storia. I personaggi, come accennato, hanno un’interessante evoluzione psicologica che – nel dettaglio dei protagonisti – oserei dire quasi inevitabile. Per quanto riguarda invece tutti gli altri personaggi citati si da talmente poco spazio alla loro narrazione che è come se non esistessero per quanto invece si dimostrino spesso essenziali nel corso della storia. La descrizione però è talmente nitida e ben realizzata da creare un universo denso entro cui spostare il proprio sguardo e provare con esattezza i sentimenti espressi.

Onestamente non saprei definirmi né felice né triste della lettura che a tratti mi ha saputo coinvolgere e a tratti invece mi ha annoiata. Per giudicare l’autrice e capire se effettivamente può piacermi oppure no, sono certa che dovrei leggere qualcos’altro.


Per acquistare da Amazon:

“Seduzione” libro disponibile in usato – prezzo di copertina €4,08


Condividi l’articolo su Facebook o Twitter per farlo conoscere a tutti i tuoi amici, ricordati di seguirmi qui sul Blog e sulla Pagina Facebook per restare sempre aggiornato di ogni contenuto e scopri il mio account Instagram per accedere a contenuti extra in tempo reale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...