Recensione: “Le melodie della tempesta” di Enrico Pedace

Il libro

Il romanzo è l’opera d’esordio dello scrittore, pubblicato con la casa editrice Pubme nella collana rosa “Un cuore per capello” il 23 aprile 2020. Un testo di contemporary romance, della lunghezza di 256 pagine che comprendono 8 capitoli e la cui copertina è stata affidata ad Angel Graphics e che racconta delle vicissitudini di un uomo alle prese con una passione che non si aspettava e che lo travolge come una tempesta.

Disponibile su Amazon Store

Libro Cartaceo€11,00
Libro Digitale€0,99

L’autore

Enrico Pedace nasce il 25 Marzo 1983 a Rossano, oggi comune di Corigliano Rossano, in provincia di Cosenza. Dopo un percorso inadatto in Scienze Biologiche a Roma si laurea nel 2009 in Infermieristica e dopo varie esperienze tra assistenza infermieristica domiciliare e nelle case di riposo nel 2011 finisce all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dove oggi fa parte dell’Unità Operativa di Chirurgia Multidisciplinare ricoprendo il ruolo di Infermiere Esperto Clinico con funzioni di case management e care management all’interno di tutto il Dipartimento Chirurgico.

Nonostante la vita lavorativa lo abbia portato in un mondo molto rigido, Enrico Pedace ha sempre nutrito una forte passione per la lettura che sin da piccolo lo ha accompagnato nella crescita. Il meraviglioso e affascinante mondo della lettura ha sempre stuzzicato la sua immaginazione e la sua fantasia nutrendo il sogno nascosto di scrivere un romanzo proprio in un futuro indefinito che si è poi concretizzato con la sua pubblicazione d’esordio “Le melodie della tempesta” nel 2020.

Lo stile

Tutto il romanzo ha uno stile molto particolare e unico nel suo genere perché più che essere definibile come un romanzo rosa lo si potrebbe accostare meglio ad un libro di narrativa. Leggendo la storia è evidente che la narrazione di Enrico Pedace sia ancora acerba e da maturare con l’esperienza ma il testo è scorrevole e ben articolato. Il punto di vista dello scrittore – che in “Le melodie della Tempesta” corrisponde anche a quello del protagonista Marco – è sempre molto presente e tende quasi a sovrastare ogni cosa impedendo un distacco descrittivo/narrativo alle volte essenziale in un libro.

La forte e marcata presenza del reale mantiene tutte le vicende ancorate ad un esistenza di vissuto che impediscono al lettore di viaggiare di fantasia perché lo pongono dinnanzi alla cruda realtà della vita con le sue difficoltà e le sue incoerenze. La presenza di testi citati di canzoni accompagnano il testo rafforzandone il significato in alcuni passaggi e e in generale trapela con prepotenza lo scrittore – con le sue abitudini, i suoi valori e ciò che più apprezza – tra le righe del libro.

La trama

La storia affronta la vita di Marco, un uomo di 36 anni che vive a Roma, lavora come chef nel ristorante del suo migliore amico Antonio ed è sposato con Sara con cui il matrimonio è in crisi da molto tempo. Marco e Sara si sono conosciuti tra i banchi universitari e dopo 10 anni di matrimonio qualcosa tra loro si è spento, la donna è quasi ossessionata dal lavoro e tende spesso a trascurare Marco che inevitabilmente si è allontanato dalla donna. La goccia che fa traboccare definitivamente il vaso di pazienza dell’uomo arriva quando Sara dimentica completamente gli sforzi del marito per poter avere una giornata da trascorrere insieme e preferisce andare ad un pranzo di lavoro piuttosto che godere del tempo con Marco.

Contemporaneamente alla crisi coniugale di Marco e Sara torna dall’estero Laura una vecchia collega di lavoro di lui che riprende il suo impiego come pasticcera al ristorante di Antonio. Tra Laura e Marco è evidente un’attrazione sessuale che in poco si trasforma in concretezza e li trascina in una relazione d’infedeltà verso i rispettivi coniugi perché anche Laura è sposata con Alessandro e tra i due il matrimonio non è per niente felice da molto tempo. Entrambi vivono questa relazione clandestina con trasporto rendendosi conto di non star unicamente soddisfando un bisogno di attenzioni quanto più di starsi innamorando l’uno dell’altro.

Purtroppo però non basta il sentimento che esplode loro dentro – soprattutto a Marco – i due vorrebbero potersi vivere senza limitazioni e senza paure ma affrontare le conseguenze che questo comporterebbe non è affatto semplice soprattutto ora che Sara ha finalmente compreso tutte le mancanze verso il marito e verso il matrimonio.

Opinione personale

Una lettura a cui sicuramente non ero pronta, uno stile che non mi appartiene ma che mi ha fornito innumerevoli spunti di riflessione su un tema che di solito viene affrontato dal punto di vista del tradito e mai dal traditore. Di certo ho apprezzato la genuinità con cui l’autore ha messo a nudo se stesso pur articolando una storia di fantasia e sono stata piacevolmente colpita dalle conoscenze che vengono messe in tavola nel corso del testo dal protagonista ma diciamo che per riuscire ad essere un romanzo vincente ci sarebbero ancora molte cose da dover sistemare e da romanzare con un approccio più distaccato.

Ammetto di essere rimasta delusa del finale così troncato/aperto e spero vivamente in un seguito che mi possa spiegare come tutta la situazione appena sbocciata evolverà sia a livello domestico che non, insomma, con un finale così un seguito è obbligatorio.

In generale non posso dirmi né delusa né soddisfatta nel senso che sono stata piacevolmente colpita dalla dolcezza e dalla realtà nuda e cruda descritta nel libro ma mi sarei aspettata qualcosa di più ma spero di potermi ricredere con un eventuale seguito.

Disponibile su Amazon Store

Libro Cartaceo€11,00
Libro Digitale€0,99

Un pensiero su “Recensione: “Le melodie della tempesta” di Enrico Pedace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...