Recensione: “Penelope – Una folle storia romantica” di Anya Wylde #libro

Il libro

PenelopeUna folle storia romantica” è uno dei libri che compongano la saga auto-pubblicata “Le Sorelle Fairweather” scritta da Anya Wylde a partire dal 2013. In Italia la storia è arrivata soltanto nel 2020 con la traduzione da parte di Mirella Banfi che l’ha resa disponibile su Amazon senza appoggiarsi a nessuna casa editrice. Il testo si compone di 275 pagine e segue le vicende della giovane e bizzarra Penelope, costretta a entrare in società nella grande cità di Londra per non finire sposata al maniaco del villaggio rurale di Finnshire da cui proviene.

Le vicende della trilogia seguono con i racconti delle sorelle di Penelope raccontate nei libri “Alla ricerca di Philibert Woodbead“, “Dorothy” e “Jane Fairweather” ancora non disponibili in lingua italiana.

Disponibile su Amazon Store

E-book digitale€ 0,89
Libro cartaceo€12,72
Kindle Unlimited (9,99/mensili)GRATIS

L’autrice

Anya Wylde è una donna di cui si sa poco, vive in Irlanda col marito e ha da sempre una passione per i libri. Si definisce una persona poco sportiva e tranquilla che adora passare il tempo a leggere e scrivere coccolando il proprio cane.

Ha pubblicato innumerevoli libri senza mai affidarsi ad alcuna casa editrice ma non ha ancora dato molto modo di parlare di sé nonostante, di recente, il suo primo libro “Penelope” sia stato pubblicato in diverse lingue e stati.

La trama

Come accennato sopra, la storia ruota tutta attorno alla figura di Penelope Fairweather, una giovane donna dal passato complesso. La ragazza vive in un piccolo villaggio, in tenera età ha perso la mamma – cosa che ha portato il padre, poco dopo, a risposarsi con una donna che non l’ha mai desiderata davvero come figlia propria (un po’ un intreccio alla Cenerentola). A questo punto Penelope, ormai adulta, piuttosto che finire per restare zitella e doversi quindi sorbire le cattiverie della matrigna per il resto della vita oppure finire per sposare il maniaco di Finnishire in quanto unico uomo sulla faccia della terra ad averle proposto matrimonio, decide di usare la sua unica carta ed entrare in società per cercare marito. Si rivolge alla duchessa vedova di Blackthorne, vecchia amica della sue defunta mamma, per avere una chance di trovare compagno al ton entro la stagione.

Il problema è che la giovane donna ha tutto fuorché la classe necessaria a relazionarsi con gli esponenti dell’alta società, Penelope è priva di ogni tipo di seduzione, femminilità, decoro e qualunque altro aspetto necessario al suo scopo. Tant’è che la prima volta si presenta presso la dimora Blackthorne in ritardo, completamente fradicia d’acqua, con appresso una capra e pronta a beffeggiare il Duca convinta sia un domestico. Questo fa di lei una mina vagante dalle innumerevoli risate facili ma anche dagli infiniti problemi che potrebbe causare.

Contrariamente al primo volere del Duca in carica, la duchessa e la figlia Anne decidono di assumersi la responsabilità di Penelope e la iniziano a istruire sui metodi e sui comportamenti che ella deve tenere in pubblico ma, purtroppo, questo non basta a frenare gli istinti della ragazza che combina un guaio dopo l’altro arrivando persino a ubriacarsi la sera della sua prima cena alla tenuta in presenza del nonno del Duca pur di non lasciarsi calpestare da quest’ultimo.

Tra segreti, sotterfugi, passioni e inaspettati colpi di scena, Penelope dovrà trovare un modo per placare il suo desiderio nei confronti del Duca e per ottenere una proposta di matrimonio capace di salvarle letteralmente la vita. Imparando a stare in società emergeranno innumerevoli segreti a cui Penelope non avrebbe mai creduto e per cui dovrà trovare delle soluzioni affinché le persone a cui tiene non soffrano.

Opinione personale

Devo ammettere di essere stata piacevolmente colpita dalla storia seppur in molti aspetti sia evidente una mancanza di accuratezza storica relativa all’ambito entro cui è narrata ma anche relativo a fatti mancanti nella trama che improvvisamente vengono citati come se il lettore dovesse necessariamente sapere a cosa ci si stia riferendo. In sé i personaggi sono buffi e intriganti, cosa che – senza dubbio – mi ha permesso di apprezzare globalmente il libro, la focalizzazione delle vicende su poche figure ha dato una certa continuità narrativa (nonostante certe assurdità discutibili) ma nel complesso si sarebbe potuto fare molto meglio nella realizzazione del testo.

Nel corso del racconto sono molte le cose che accadono improvvisamente senza che ve ne sia stata fatta parola prima, molti aspetti essenziali delle relazioni interpersonali che si vengono a costruire vengono descritti e raccontati con estrema superficialità e certe azioni paiono completamente fuori luogo alla narrazione.

In generale la storia è stata carina ma il lavoro in sé lo definirei scadente.

Disponibile su Amazon Store

E-book digitale€ 0,89
Libro cartaceo€12,72
Kindle Unlimited (9,99/mensili)GRATIS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...