Recensione: “Tiger King”

Il programma “Tiger King” è una miniserie documentario del 2020 prodotta e distribuita da Netflix col titolo originale “Tiger King: Murder, Mayhem and Madness”. Il programma si compone di un’unica stagione della durata di 8 episodi totali da circa 45 minuti ciascuno. Produzione La miniserie ideata da Eric Goode è stata distribuita sulla piattaforma Netflix a partire dal 20 marzo 2020. Nei panni dei personaggi … Continua a leggere Recensione: “Tiger King”

Recensione: “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino

La pellicola “Chiamami col tuo nome” è stata diretta da Luca Guadagnino nel 2017 in Italia ed è stata poi diffusa nel mondo col titolo “Call Me by Your Name”. Un film ambientato nel nord Italia degli anni ’80 e che racconta la storia d’amore tra un diciassettenne residente in Italia e lo studente americano più grande.
l film ha avuto una distribuzione limitata nel Regno Unito e Irlanda il 27 ottobre 2017 e negli Stati Uniti d’America il 24 novembre 2017. È stato distribuito con una censura di tipo R (Restricted), per i minori di 17 anni ovver era necessario essere accompagnati da genitori o da un adulto, a causa dei contenuti sessuali, della nudità e del linguaggio.
Durante la notte dei premi Oscar 2018, Luca Guadagnino ha confermato che Chiamami col tuo nome avrà un sequel e che sta scrivendo la storia con André Aciman.
Personalmente ho amato alla follia il film che è una lenta scoperta di sensualità e passione tra due anime fragili che a proprio modo combattono le proprie paure pur avvicinandosi l’un l’altra con la curiosità e la passione di cuori innamorati che si riconoscono. Entrambi i personaggi hanno una forza caratteriale dirompente che di definisce con attenzione e cura nelle loro movenze e permette una facile immedesimazione, le musiche spesso raccontano molto più che i dialoghi diretti e in generale tutto il film trasuda estrema realtà. Ogni dettaglio è ben calibrato e ubicato un un contesto di concretezza molto forte e stabile, le scene sono alle volte forti e crude senza però mai sfociare nel volgare. Continua a leggere Recensione: “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino

Recensione: “Lockdown con Lou” di Jojo Moyes

“Lockdown con Lou” è un brevissimo libro pubblicato dall’autrice unicamente in formato digitale il 21 luglio 2020 con il titolo originale “Lockdown with Lou” e con la casa editrice Mondadori nella sua versione italiana tradotta da Maria Carla Dallavalle. Il testo si compone di sole 38 pagine e segue le vicende di Louisa Clarke nota per la saga di “Io prima di te”, “Dopo di te” e “Sono sempre io”.
Una lettura stupenda che purtroppo è durata troppo poco, non ho avuto nemmeno il tempo di assaporare la bellezza delle vicende nel loro humor e nella loro profondità emotiva che ero già alla fine del libro – se così vogliamo chiamare 38 pagine di racconto. Tante sono le emozioni suscitate in così poco tempo, molte sono le allusioni che tornano alla mente del periodo che abbiamo vissuto tutti e che ci a condizionato notevolmente la vita mettendo tutto in pausa. Cosa posso aggiungere se non che mi è piaciuto tantissimo. Continua a leggere Recensione: “Lockdown con Lou” di Jojo Moyes

Recensione: “Le melodie della tempesta” di Enrico Pedace

Il romanzo è l’opera d’esordio dello scrittore, pubblicato con la casa editrice Pubme nella collana rosa “Un cuore per capello” il 23 aprile 2020. Un testo di contemporary romance, della lunghezza di 256 pagine che comprendono 8 capitoli e la cui copertina è stata affidata ad Angel Graphics e che racconta delle vicissitudini di un uomo alle prese con una passione che non si aspettava e che lo travolge come una tempesta.
Una lettura a cui sicuramente non ero pronta, uno stile che non mi appartiene ma che mi ha fornito innumerevoli spunti di riflessione. Ho apprezzato la genuinità con cui l’autore ha messo a nudo se stesso pur articolando una storia di fantasia. Continua a leggere Recensione: “Le melodie della tempesta” di Enrico Pedace

Recensione: “Zodiac” di David Fincher

“Zodiac” è un film thriller biografico del 2007 diretto da David Fincher, tratto dalla omonima serie di libri di Robert Graysmith dedicati al serial killer statunitense denominato “Killer dello Zodiaco” che negli anni sessanta e settanta sconvolse la città di San Francisco (California). Una pellicola della durata di 157 minuti presentata in concorso al 60º Festival di Cannes, tenutosi tra il 16 maggio e il 27 maggio 2007.
Devo dire di essere stata piacevolmente affascinata dalla pellicola che è stata in grado di trasmettermi forti emozioni sin da subito soprattutto in merito all’ossessione di voler a tutti i costi riuscire a dare risposta a tutti i quesiti che Zodiac ha sollevato nel corso del tempo. Per quanto mi aspettassi che le scene fossero più orientate al punto di vista del Killer riuscire a entrare così approfonditamente nella mente di chi ha investigato e di chi si è trovato a perdere tutto per colpa dell’ossessione mi ha lasciato comunque soddisfatta. Continua a leggere Recensione: “Zodiac” di David Fincher

Recensione: “Attenti a quelle due” di Chris Addison

“Attenti a quelle due” è una pellicola del 2019 realizzata col titolo originale “The Hustle” e diretta da Chris Addison. Nata come remake al femminile del film del 1988 “Due figli di…” diretto da Frank Oz a sua volta remake del film “I due seduttori” del 1964 diretto da Ralph Levy. Una commedia statunitense diffusa nei cinema italiani il 16 maggio 2019 da Eagle Picture, della durata di 94 minuti consigliata ad un pubblico misto di famiglie e ragazzi 13+.
Se da un lato ho apprezzato moltissimo la comicità e la leggerezza del film dall’altro lato ho disprezzato la quasi totale mancanza di trama che a lungo andare annoia la visione. Per quanto io sia una grandissima fan delle opere dell’attrice Rebel Wilson non posso dirmi soddisfatta di questo film che non riesce a superare la soglia di mediocrità. Continua a leggere Recensione: “Attenti a quelle due” di Chris Addison

Recensione: “Ballerina” di Eric Summer e Éric Warin

La pellicola d’animazione “Ballerina” è stata realizzata nel 2016 in lingua inglese, diretta da Eric Summer e Éric Warin tra Francia e Canada. Il film è stato diffuso in tutto il mondo col suo titolo tranne che negli Stati Uniti d’America dove gli è stato attribuito il titolo di “Leap!”.
In Italia la pellicola è stata distribuita da Videa il 16 Febbraio 2017 mentre in Francia e Canada il film era già stato proiettato nelle sale cinematografiche il 14 dicembre 2016. Per la sua diffusione negli Stati Unti occorre invece aspettare fino al 25 agosto 2017.
Per quanto vi siano stati alcuni passaggi che ho saputo apprezzare, in generale la pellicola arriva fino ad un certo punto e non si sbilancia troppo. La storia narrata è piena di cliché privi d’innovazione, alcune assurdità vengono lasciate al tempo che corre e non vengono contestualizzate.
Moltissime sono le cose che non mi hanno convinta, questa forzatura nel dover dimostrare che tutto possa andare bene, che i sogni possano essere ottenuti anche con mezzi discutibili.. No. Non ci sto. Continua a leggere Recensione: “Ballerina” di Eric Summer e Éric Warin

Recensione: “Boygirl – Questione di.. Sesso” di Nick Hurran

“BoyGirl – Questione di.. Sesso” è una commedia sentimentale del 2006 diretta da Nick Hurran sul soggetto e la sceneggiatura di Geoff Deane. Realizzata con il titolo originale “It’s a Boy Girl Thing”, tra Stati Uniti d’America e Canada, per la durata di 95 minuti totali. Un film prodotto da Steve Hamilton Shaw, David Furnish e Martin Katz, distribuito nelle sale cinematografiche italiane da Eagle Pictures il 23 Novembre 2007.
Uno dei miei film preferiti in assoluto, lo avrò guardato come minimo un centinaio di volte e ancora non riesco a stancarmi della sua ironia e della sua dolcezza. Una storia ormai vista e rivista in moltissimi altri contenuti simili ma che in “BoyGirl – Questione di… Sesso” riescono a evolvere in qualcosa di unico nel suo genere. Tantissimi sono i cliché ed i “già visti” presenti nella storia eppure la passione con cui sono stati realizzati porta l’osservatore ad andare ben oltre a quello che potrebbe pensare perché la visione si insinua ad un livello più profondo nella pancia di chi guarda. Continua a leggere Recensione: “Boygirl – Questione di.. Sesso” di Nick Hurran

Recensione: “Ad un solo passo da te” di Amabile Giusti

Ultimo lavoro dell’autrice calabrese, “Ad un solo passo da te” è stato pubblicato il 28 luglio 2020 con Amazon Publishing e diffuso sulla piattaforma di Kindle Unlimited come tutti i precedenti lavori di Amabile Giusti. Il libro è lungo 485 pagine che comprendono ben 16 capitoli corposi con esclusione di “Introduzione” ed “Epilogo”.
Non voglio dovermi ripetere per ogni recensione eppure c’è qualcosa nei racconti di Giusti che mi tocca corde intime e mi fa vivere coi personaggi quelle forti emozioni a cui spesso tendo a soccombere facendomi trascinare nella perdizione. I personaggi delle storie narrate dall’autrice sono reali, talmente reali da parere quasi veri, tangibili, concreti. Ogni storia ha una tale nitidezza da creare immagini nitide nella mente del lettore che continua a viverle anche finita la lettura come se fossero dei ricordi vissuti in prima persona che non spariscono dal vissuto e ti mandano letteralmente in pappa il cervello.
Grazie Amabile Giusti per le emozioni che mi regali ogni volta e per la grandezza delle storie d’amore che racconti. Mi fanno vivere vite stupende di perfetti sconosciuti che ben presto diventano parte di me e del mio vissuto! Continua a leggere Recensione: “Ad un solo passo da te” di Amabile Giusti

“Al divenire Bed And Breakfast” un frammento di mondo sano da preservare nel tempo

Sono poche le regole da rispettare: non si mangia nelle stanze, si calzano i copri scarpe all’interno per non sporcare e si lasciano le chiavi delle stanze all’ingresso quando si esce sostituendole con quelle che permettono di aprire il cancello. Ovviamente restano implicite le regole di buona educazione sul non disturbare e portare rispetto al prossimo, ma si parla di moralità e non occorre sottolinearla. Ben presto conosciamo anche Giorgia, la compagna di Daniele e d’improvviso ci sembra di conoscersi da sempre tanta è la simpatia e la tranquillità emanata dai due gestori del B&B. Daniele ha acceso una griglia per rosolare qualcosa per cena, Giorgia ci mostra la nostra stanza e il funzionamento/gestione della colazione per l’indomani, mentre le braci si fanno Daniele sale in cucina e si mette a preparare un dolce per gli ospiti così da avere qualcosa di buono da servire per colazione.
Il casolare apparteneva alla famiglia di Daniele ma nel tempo si è svuotato di tutti i suoi abitanti ed è stato affittato ad una squadra di venti operai che lavoravano in zona per recuperarci qualche soldo. Purtroppo la vita caotica dei lavoratori ha portato la casa a subire parecchi danni e, prima che potesse essere troppo tardi, Daniele e la compagna hanno deciso di ristrutturare quel che si poteva nel 2017 trasformando quella grande area in un Bed and Breakfast. Tanti erano i mobili antichi che hanno rispolverato sistemando le varie stanze e dalla loro bellezza si sono originate le idee per la realizzazione delle quattro camere da adibire ad alloggio turistico. La vena artistica è di Giorgia, lei pensa e si fa venire in mente le idee per abbellire quel posto, Daniele invece realizza, a lui i compiti manuali per concretizzare le proposte della sua compagna. Tutte le stanze come tutta la casa, sono piene di colori che rievocano uno stile orientale capace di trasmettere calma e appartenenza. I mobili di legno massiccio dai colori scuri attribuiscono valore ad ogni ambiente rimarcando quello stile che è stato creato su misura attorno ad essi, riempiono le stanze senza però soffocarle. La cucina dal grande tavolo nel centro sa di casa, di grande famiglia pronta a riunirsi tutti insieme in una cucina gialla dai colori a mosaico. L’odore di dolce nell’aria rievoca ricordi d’infanzia, quando si andava a trovare i nonni nel loro casolare e ci si metteva tutti insieme a tavola a bere caffè e trangugiando crostate.
Se il karma ha voluto comunicarmi qualcosa portandomi esattamente lì da loro sono certa che sia per dirmi che esiste ancora una fortissima speranza in questo mondo di conoscere persone e trovare luoghi in cui vivere ed essere accettati. Continua a leggere “Al divenire Bed And Breakfast” un frammento di mondo sano da preservare nel tempo