Recensione: “The Circle – USA” di Studio Lambert e Motion Content Group

“The Circle” nasce in Regno Unito, la versione americana è conosciuto anche come “The Circle US”. Si tratta di una competizione presentata da Michelle Buteau e prodotta dallo Studio Lambert e dal Motion Content Group per Netflix nel gennaio 2020 e diffusa nello stesso periodo sulla piattaforma di streaming legale a pagamento. In totale sono state realizzate 12 puntate per un unica stagione di contenuto rinnovate il 24 Marzo dello stesso anno per una seconda ed una terza stagione.
Osservando i giocatori muovere le loro pedine, prendere appunti sulle bugie dette e sulle informazioni ricevute dagli altri per monitorare costantemente le prove fornite in caccia di bugiardi, emerge con estrema prepotenza l’attuale andamento della società in rete. Gli utenti della rete, proprio come i concorrenti di “The Circle” mettono da parte la verità per mostrare unicamente il lato di sé che vorrebbero far credere come reale alle persone, vi è una costante attenzione al giudizio degli altri e alle aspettative che ogni azione o contenuto pubblicato è in grado di suscitare alla cerchia di utenti con cui si entra a contatto. Ogni concorrente è tendenzialmente e inevitabilmente attratto da altri concorrenti simili a lui con cui poter instaurare un legame di reciproco scambio in funzione del raggiungimento di un proprio scopo personale.
Se si considera poi che “The Circle” non è altro che un reality show prodotto per l’intrattenimento e, che come tale, segue un copione più o meno rigido realizzato al solo scopo di incentivare le persone alla sua fruizione, tutto diventa ancora più finzionario e deludente nel suo insieme.
Continua a leggere Recensione: “The Circle – USA” di Studio Lambert e Motion Content Group